Apple: ambiente e sostenibilità

Apple ha pubblicato la nuova edizione del rapporto annuale dedicato alle condizioni lavorative presso i suoi fornitori. Un impegno profondo che ha stimolato il plauso dell'associazione ambientalista Greenpeace.
 
Il numero di casi che hanno coinvolto il lavoro minorile è sceso da 106 a 11 durante quest’anno e il rispetto del limite massimo di ore lavorative a settimana di 60 ore ha raggiunto quota 97%, garantendo almeno un giorno libero a settimana ai dipendenti.
La compagnia ha inoltre aumentato gli standard ambientali a cui i fornitori devono attenersi. L’azienda ha inoltre confermato che i suoi fornitori di tantalum – un metallo utilizzato nella produzione di prodotti elettronici – sono stati indipendentemente verificati utilizzando le “conflict-free sources”. Apple ha inoltre introdotto un programma per ridurre il consumo d’acqua dei suoi fornitori.
Insomma c'è ancora molto da fare.
Un impegno profondo che ha stimolato il plauso di Tom Dowdall, Greenpeace Energy Campaigner:
"L’aumentata trasparenza di Apple sui suoi fornitori è diventata una peculiarità della leadership di Tim Cook della compagnia. Apple ha piegato i muscoli in passato per spingere i fornitori a rimuovere sostanze pericolose dai prodotti e per fornire più energia rinnovabile per i data center. E sta provando come lo stesso modello possa essere utilizzato anche per ridurre l’utilizzo di minerali da conflitto."
L’organizzazione ambientalista ha colto l’occasione per invitare Samsung, e la grande varietà di produttori di dispositivi elettronici, a seguire l’esempio del rivale di Cupertino: in fatto di inquinamento e di etica, tutte le aziende si devono uniformare per il rispetto del Pianeta.
Fonte: 9to5mac.com, webnews.it
 
<p>Oltre a informazioni su<strong><em> rapporto apple sostenibilità, apple e ambiente</em></strong><strong><em>, </em></strong><strong><em></em></strong><strong><em></em></strong><strong><em></em></strong>su Effetto Terra puoi trovare informazioni su apple e diritti umani, supplier responsability progress report e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter