Aurelio Peccei

Aurelio Peccei

Definizione

Aurelio Peccei (Torino, 4 luglio 1908 – Torino, 13 marzo 1984) è stato un imprenditore italiano. Manager della FIAT, partecipò alla resistenza, fu imprenditore in Italia e all’estero. Particolarmente attivo nel WWF e in altre organizzazioni ambientaliste, ha fondato nel 1968 il Club di Roma, costituito da economisti, manager, scienziati e politici sensibili al futuro del pianeta Terra. Nel 1972 il Club di Roma ha pubblicato il famoso rapporto I limiti dello sviluppo, in cui per la prima volta si lanciava l’allarme sulla sostenibilità del progresso economico e tecnologico.

Peccei è stato uno spirito anticipatore. E’ uno dei  fondatori della Italconsult con il compito di fornire consulenza economica e ingegneristica ai paesi in via di sviluppo. Sotto di lui la società lavorò principalmente come un’organizzazione non-profit. Avendo egli trascorso molti anni in Sud America, si era reso conto prima di altri delle difficoltà  in cui vivevano le popolazioni locali. Più tardi crea ADELA, un consorzio internazionale di banchieri di supporto allo sviluppo economico dell’America del Sud. Peccei ebbe l’onore di tenerne il discorso di apertura dei lavori, Dopo quest’incontro, venne costituito un club famoso in tutto il mondo, chiamato Club di Roma, che si preoccupava del cambiamento climatico, al saccheggio della natura, alla crisi alimentare, alle conseguenze dell’inurbamento, all’esplosione demografica e consapevole della complessità di un mondo interconnesso. Peccei chiamava questo intreccio terribile di problemi la “problematica mondiale” e proponeva come precondizione alle soluzioni la capacità di previsione e programmazione, a largo raggio e a lungo termine, e la “governance globale”.
Peccei è anche un grande educatore: cercò con decine di scritti, conferenze e incontri di educare capi di Stato, ministri, parlamentari, manager d’azienda, scienziati, ma inventò anche in qualche modo l’ “educazione al futuro”. Peccei era un ottimista e aveva fiducia nel genere umano, nella sua intelligenza.
Siamo in un’epoca di svolte epocali, ricordava spesso, e ciò richiede responsabilità, adeguamento dei nostri strumenti e un radicale cambiamento del paradigma culturale.
Siamo in un’epoca di svolte epocali, ricordava spesso, e ciò richiede responsabilità, adeguamento dei nostri strumenti e un radicale cambiamento del paradigma culturale.

Torna all'EcoGlossario

Inviato in

Inviato da Gianmauro Brondello il 4 febbraio, 2011 - 17:39

Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter