Da consumarsi ...

A volte "preferibilmente" fa la differenza. Questo avverbio può essere la discriminante, sia per capire a cosa serve la data di scadenza, sia per attivare comportamenti maggiormente rispettosi dell'ambiente, favorendo uno stile di vita più ecologico.

L'agire sostenibile è una di quelle questioni che spesso si affaccia nei nostri pensieri e a cui a volte cerchiamo di dare risposta informandoci in merito agli alimenti, su come si legge un'etichetta, su quali sono i prodotti equo o quelli biologici. Eppure non necessariamente, soddisfacendo queste domande, siamo sicuri di attivare comportamenti etici, un esempio è la data di scadenza. Spreco, produzione di rifiuti, acquisto, sono le parole chiave su cui soffermarci e meditare quando si affronta tale argomento. La percentuale maggiore, più del 50%, dei rifiuti prodotti comunemente dai cittadini, sono di natura organica (alimenti), un'abitudine foraggiata anche dalle continue promozioni di supermercati ed ipermercati, che comportano a volte acquisti maggiori rispetto ai fabbisogni, provocando sprechi successivi. Uno dei principali è legato alla data di scadenza dei cibi, ignorando la differenza tra le diciture "consumarsi entro" e "consumarsi preferibilmente entro", si può incappare in grossolani fraintendimenti. La prima si trova sui prodotti alimentari deperibili e indica il limite massimo di validità entro cui il prodotto va senz'altro consumato, mentre la seconda indica la data sino a cui i prodotti mantengono intatte le proprietà, in adeguate condizioni di conservazione. Come comportarsi quindi ? Ad esempio comprando frutta e verdura al mercato, basandoci semplicemente su occhi e naso, oppure sostenendo alcune iniziative, come www.lastminutemarket.org, per combattere lo sperpero di quelle compagnie, che per ragioni d'immagine, scartano alimenti ancora commestibili, in modo che lo spreco diventi una risorsa.

Fonte: The Observer [trad. ita Internazionale]


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter