Terra dei fuochi: "in 20 anni moriranno tutti di cancro" disse Schiavone nel 97

Drammatiche le rivelazioni contenute nelle dichiarazioni del pentito Schiavone rese nel 1997 davanti alla Commissione parlamentare sulle Ecomafie e ora desecretare e pubblicate sul sito della Camera dei deputati. Un affare da 600-700 milioni di lire al mese, che vedeva complicità insospettabili.
 
Parole che spaventano, quelle pronunciate nel 1997 dal pentito dei casalesi Carmine Schiavone davanti alla Commissione ecomafie, in un’audizione i cui verbali sono stati desecretati il 31 ottobre.
Rifiuti radioattivi, raccontava Schiavone, nel 97, dovrebbero trovarsi in un terreno sul quale oggi ci sono le bufale e su cui non cresce più erba. Nel business del traffico dei rifiuti, secondo il pentito, erano coinvolte diverse organizzazioni criminali - Mafia, 'Ndrangheta e Sacra Corona Unita - tanto da fare ipotizzare che in diverse zone di Sicilia, Calabria e Puglia, quelle cosche abbiano agito come il clan dei Casalesi in Campania.
Il vero business era quello dei carichi che dal Nord Europa arrivavano al Sud. Rifiuti chimici, ospedalieri, farmaceutici e fanghi termonucleari. Scaricati e interrati dal lungomare di Baia Domizia fino a Pozzuoli. Avevamo capozona a Roma, ma anche a Milano, Modena, Reggio Emilia. Ma i rifiuti da eliminare arrivavano specialmente dalla Germania. Venivano scaricati nei campi e nelle cave di sabbia, chiusi in cassette di piombo. Negli anni si saranno aperte, ecco perchè la gente sta morendo di cancro.”
Il punto focale del racconto arriva però quando si parla di connivenza: “Il tutto avveniva con la complicità delle forze dell’ordine e delle forze politiche. Mantenevamo caserme, carabinieri e Guardia di finanza e spostavamo 70-80 mila voti”.
L’iniziativa di pubblicare online il documento è un fatto eccezionale. Si tratta della prima volta che la presidenza della Camera - senza che questo sia richiesto dalla magistratura - decide di rendere pubblico un documento formato da Commissioni di inchiesta che in passato lo avevano classificato come segreto, sottolinea la presidente della Camera, Laura Boldrini. ''Lo dovevamo in primo luogo ai cittadini delle zone della Campania devastate da una catastrofe ambientale cosciente e premeditata: cittadini che oggi hanno tutto il diritto di conoscere quali crimini siano stati commessi ai loro danni per poter esigere la riparazione possibile".
Fonte: Repubblica
 
 
<p>Oltre a informazioni su<strong><em> rifiuti carmine schiavone, business rifiuti casalesi,  </em></strong><strong><em></em></strong><strong><em></em></strong>su Effetto Terra puoi trovare informazioni su deposizione schiavone commissione ecomafie, strage rinoceronti parco kruger a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter