Le proprietà della menta

Quando si fa riferimento a un’erba magica, il cui impiego svaria in molteplici settori che vanno dalla medicina alla gastronomia, passando per la cosmetica e la distilleria, fare riferimento alla menta è quasi un atto dovuto. Questa pianta, appartenente alla famiglia delle Labiatae, iniziò a fare la sua comparsa nella contea di Mitcham (Inghilterra) intorno al 1750.

Da lì, grazie alle sue proprietà, una graduale espansione fece sì che questa pianta si diffondesse in ogni parte del mondo, soprattutto in zone dal clima temperato.
Riconoscibile per la particolare conformazione: rizoma legnoso stolonifero con fusto quadrangolare e foglie opposte, seghettate ed ovali, presenta delle fioriture di colore bianco e rosa raccolti a mo’ di piccoli gomitoli.
Anticamente, i cinesi, esaltavano la menta per le proprietà calmanti e per le virtù antispasmodiche. Ippocrate considerava questa pianta un afrodisiaco, mentre Plinio ne vantava l'azione analgesica. Mentre la tradizione in uso ai greci e ai romani, faceva sì che questa erba venisse impiegata per profumare la persona, le acque per il bagno e per prepararsi infusi. Pure gli erbari di oggi, nello stigmatizzare l’uso dei farmaci, le attribuiscono particolari meriti per guarire influenze, raffreddori, mal di pancia e da numerosi disturbi gastrici e biliari.
Le varietà di menta sono moltissime, a quella Piperita (link a storia menta di Pancalieri) ne vanno aggiunte altre tipologie come: la Menta Acquatica, la Mentha Arvensis, la Mentha Longifolia, la Mentha Rotundifolia, la Mentha Pulegium, la Mentha Spicata o Mentha Viridis, molto simili tra di loro, si differenziano per il tipo di impiego e per l’habitat in cui trovano massima espressione.
Nonostante le svariate tipologie, tutte quante hanno le medesime proprietà medicinali ed emettono un profumo molto penetrante, forte e fresco, dovuto al mentolo. Un alcool ricavato dalla pianta che sembra sia stato scoperto nei Paesi Bassi già alla fine del XVIII secolo.
La menta, oltre a disporre di una varietà di risorse minerali (calcio, potassio, magnesio, rame, zinco, ferro, manganese, sodio, fosforo) possiede una quantità di vitamine come: la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6 e la vitamina C che la rendono quasi indispensabile nel fabbisogno alimentare giornaliero.
La menta è inoltre un ingrediente in grado di impreziosire la cucina (link a ricette di EffettoTerra).  Apprezzata in medio oriente, India e nord Africa, grazie alle grandi quantità presenti in Europa, è molto usata anche in Italia e in Spagna. Uno degli usi più comuni è quello di impiegarla per le tisane e per aromatizzare il the.
Ma poiché la cucina è anche fantasia, c’è chi si spinge oltre e riesce a produrre degli ottimi piatti molto semplici da realizzare, vedasi ad esempio le ricette: le mele al forno con  menta e gli spaghetti alla menta.
Con un apporto calorico di soli 41 Kcal ogni 100 grammi, può risultare non priva di indicazioni per le persone con problemi di ulcera e gastrite. In questi casi l’assunzione di menta è assolutamente sconsigliata poiché aumenta la secrezione di succhi gastrici.
Coltivare la menta non risulta particolarmente difficile, tant’è che può essere una delle prime piante per dare vita ad un orto sul balcone (link a articolo di effettoterra su ecoidea menta sul balcone).
Tra le curiosità che riguardano la menta è utile segnalare come a Pancalieri, piccolo comune del torinese, abbia sede un museo ad essa dedicato (link museo menta), o come possa rivelarsi un’ottima alleata per la realizzazione di ecoidee (link a ecoidee: dentifricio in polvere fatto in casa; olio essenziale di menta fai da te).

Fonte: lemiepiante.it; mr-loto.it; portalebenessere.com;


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter