Pancalieri e il fascino della menta piperita

Posto nella pianura piemontese a sud di Torino, a 22 km da Pinerolo e 11 km da Carmagnola, Pancalieri, piccolo comune di circa duemila anime, detiene una tradizione molto peculiare. La coltivazione della menta piperita. Pancalieri non per nulla è sede del Museo della Menta e delle Piante Officinali.

Il Prof. G. Rovesti, autore insieme ad altri esperti di un’attenta ricerca, ha confermato che la menta piperita nera (Black Mint) che cresce nella zona, corrisponde alla stessa menta di Mitcham coltivata nel Surrey (Inghilterra) già nel XVIII secolo. La pianta è stata introdotta nel pancalierese agli inizi del ’900 da Honoré Carles. Poi, grazie alla collaborazione con Giovanni Varino, già nel 1870 fondatore della Distilleria Pancalieri, questo prodotto ebbe una grande diffusione, anche grazie alle rese in essenza di elevata remunerazione, che le coltivazioni di menta garantivano.
Nel corso di numerose ricerche e approfondimenti di carattere antropologico, è stato possibile affermare che le prime coltivazioni di menta esistono in Piemonte già dal XVIII secolo. Testimonianze concrete sono fornite dalla “Iconographia Taurinensis”, custodita presso il Dipartimento di Biologia Vegetale della Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Torino. L’attività di ricerca condotta dal Prof. Rovesti, oltre ad accertare che nel 1865, Primo Pietro, un confettiere di Cavour, distillava in zona; ha portato alla luce come, a poca distanza, un farmacista del paesino di Pancalieri, tale Chiaffredo Gamba, distillasse in proprio con un alambicco da 100 litri, proprio la menta piperita.
La storia poi, narra che dal 1868 in questi territori, il mestiere del distillatore ebbe uno sviluppo precoce. Melchiorre Oddone e Domenico Ulrich, con le loro aziende, fecero sì che la distillazione della menta cresciuta a Pancalieri e nei comuni limitrofi ebbe un’impronta industriale tanto che, le aziende passarono dalle 17 del 1914 alle 70 del 1926. Anche se dopo la seconda guerra mondiale le coltivazioni di menta piperita si sono stabilizzate solo nel Pancalierese, attualmente, l’affermazione del settore in Piemonte fa si che le coltivazioni di menta piperita continuano a prolificare alternando periodi di sviluppo e di contrazione, a seconda delle attività di mercato dell’olio essenziale, utilizzato in numerosi prodotti in commercio. Ma la menta è anche un ottimo ingrediente per realizzare in proprio delle benefiche e profumate ecoidee (link a ecoidee su menta: olio essenziale di menta fai da te; dentifricio in polvere fatto in casa).
Pancalieri risulta inoltre un ottimo punto di partenza per escursioni fuori porta nel torinese in bici immersi tra i profumi della menta.

Fonte: provincia.torino.gov.it


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter