Climate Greenwash Award: il premio al "miglior" greenwashing

Il tentativo di manipolare l'opinione pubblica vantando false credenziali "verdi" da parte delle grandi corporation industriali è una forma di pubblicità ingannevole che prende il nome di greenwashing, ed è particolarmente diffusa. In un sito possiamo votare la "migliore".

Si sa la pubblicità è l'anima del commercio ed oggi un curriculum "verde" è un valore aggiunto che alcune grandi multinazionali mirano ad avere anche se lucrano su prodotti che dell'ambiente sono nemici acerrimi. Così nasce la macchina che non inquina, la lavastoviglie ecologica, l'elettrodomestico  che non spreca energia, oppure la fondazione che aiuta le foreste di quella multinazionale che ne disbosca altre, piuttosto che l'associazione finanziata da quella corporation che difende gli animalir poi togliergli spazi e cibo con le sue attività. Questo tipo di strategia di marketing, prende il nome di Greenwashing e su Effetto Terra ne abbiamo parlato più volte. E' una forma di pubblicità ingannevole per rendere "pulite" aziende che in realtà non lo sono. Una coalizione europea di Ong ha deciso di sottolineare questa contraddizione attribuendo un premio all'impresa che più si sarà distinta in questa forma particolare di pubblicità ingannevole, o di imbroglio ecologico. Il "premio", battezzato "Climate Greenwash Award" sarà attribuito sulla base del voto del pubblico sul sito online www.climategreenwash.org, che resterà attivo fra l'11 e il 20 maggio. L'otterrà l'impresa le cui false "credenziali" climatiche, mentre continua a inquinare come prima, saranno giudicate più oltraggiose. La consegna avverrà il 23 maggio, a Copenaghen, al "Business Summit" sul cambiamento climatico convocato dall'industria con il sostegno del governo danese, in vista dell Conferenza internazionale Onu che nella stessa città, a dicembre, cercherà di concludere un accordo internazionale che succeda dal 2013 al Protocollo di Kyoto. Gli organizzatori dell'iniziativa, il Corporate Europe Observatory di Bruxelles, Attac Denmark, The Climate Movement, ClimaX e Friends of the Earth Denmark, denunciano attraverso questa iniziativa il disegno, secondo loro, che alcune multinazionali hanno, di presentarsi alla Conferenza con un pedigree "pulito" in modo da poter influenzare i risultati della stessa.

Fonte: La Stampa

 

Archivio Effetto Terra su Greenwashing:

 

Oltre a informazioni sul Greenwashing , su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su pubblicità ingannevole,falsa virtù ambintalista, corporation, multinazionali e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter