A call for climate

Si è celebrata il 22 aprile in tutto il mondo la Giornata della Terra, appuntamento che torna ogni anno dal lontano 1970 quando Gaylord Nelson, senatore del Wisconsin, mobilitò 20 milioni di americani per una gigantesca dimostrazione in favore dell'ambiente. Da quella mitica manifestazione nel 2000 nacque, su iniziativa dello stesso Nelson, l'Earth Day Network e oggi la celebrano 4.000 eventi in 174 paesi.


Una giornata di mobilitazione globale tradotta in una "chiamata per il clima". Proprio così Call for climate consiste in questo: fare più telefonate possibili alle sedi dei rispettivi governi per sollecitare interventi decisi a favore del clima. Un'iniziativa dimostrativa sicuramente, che però pone in rilievo l'esigenza d attuare da subito politiche in favore del clima e dell'ambiente, e tutto quello che fa questo va evidenziato. Sono stati 4000 gli eventi organizzati in 174 Paesi, a Roma, in piazza del Campidoglio si è tenuto un concerto a impatto zero, dove circolava l'appello a chiamare la Camera dei deputati (06-67601); negli Stati Uniti, l'appuntamento clou è stato il Green Apple Festival in programma a Central Park, dove gli organizzatori puntavano a superare un milione di telefonate, prendendo di mira soprattutto i deputati del Congresso americano (202-224-3121).
La crescita vertiginosa dell'economia globale sta minacciando il futuro della Terra. Diventano quindi urgenti iniziative che sensibilizzino le persone sui rischi che il nostro pianeta corre e sui rimedi che vanno presi partendo dalla vita di tutti i giorni'' - scrive National Geographic Channel.
Deforestazione, inquinamento di mari e fiumi, smog, clima impazzito.
La Terra si presenta a questo appuntamento in condizioni decisamente precarie. Basta pensare che secondo il Wwf la popolazione umana entro il 2050 dovrebbe raggiungere un ritmo di consumo insostenibile, pari a due volte la capacità del pianeta.

Anche il noto social network MySpace partecipa alla chiamata, amplificando l'evento newyorkese e lanciando due canali tematici Myspace Our Planet , Myspace Impact.

Fonte: la Repubblica, MySpace


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter