Albania: NO GRAZIE allo smaltimento delle armi chimiche in Albania

Il premier albanese Edi Rama ha annunciato venerdì 15 novembre, alle 17, in una conferenza stampa che il suo governo rifiuta la richiesta statunitense e russa di distruggere le armi chimiche siriane sul territorio nazionale.
 
L’Albania non intende ospitare le operazioni di distruzione delle armi chimiche siriane sul proprio territorio.
Rama finora aveva assicurato di non aver ancora preso una decisione sulla controversa materia, che sta provocando grandi resistenze nell’intera società civile albanese. “Nonostante i vantaggi che avremmo avuto da questo accordo, l’Albania oggi non può dire di si”: dice Rama. Il premier albanese prima di annunciare davanti alle televisioni albanesi la decisione definitiva aveva rassicurato la popolazione tramite il portavoce dell’assemblea, Ilir Meta: “Questo è il vostro parlamento e il vostro governo. Nessuna decisione verrà presa senza ascoltare la voce dei cittadini albanesi”. Il discorso di Rama è stato accolto con gioia da alcune migliaia di cittadini, soprattutto studenti, dai rappresentanti di AKIP e della società civile, che stavano protestando da oltre 48 ore davanti alla sede del Premier e al boulevard “Deshmoret e Kombit”.
E’ la prima volta che i cittadini albanesi si uniscono per una causa non schierata politicamente, ma per il proprio futuro.
Edi Rama ha scelto di accogliere le richieste provenienti da tutte le piazze nazionali ed internazionali, il cui tumulto rischiava di portare a una crisi di governo, e all’instabilità del paese.
L’Albania aveva già collaborato nel 2004 con gli Stati Uniti nello smantellamento delle proprie armi chimiche, lascito dell’era comunista. Quello che però sembra in questo caso offendere molti oppositori ad un nuovo accordo è l’essere usati dai governi occidentali con la promessa magari di un ingresso nell’Unione europea.
 
Fonte: sot.com.al
 
 

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter