Australia barriera Corallina in pericolo

La Grande barriera corallina dell’Australia, Patrimonio dell’Umanità, fin dal 1981, che fronteggia la costa nordovest del Queensland per più di 2000 km con un’area di oltre 200 mila kmq, sta scomparendo piano piano.
 
L’Onu nei primi mesi del 2013 aveva chiesto all’Australia, di porre rimedio al disastro ambientale riguardo alla distruzione della Grande Barriera Corallina. In caso contrario questo Patrimonio dell’Umanità sarebbe stato indicato come "in pericolo", abbassando lo status del livello di conservazione della più grande struttura vivente del Pianeta.
Da qualche giorno è stato pubblicato il rapporto sullo stato di salute della barriera dove si afferma infatti che il governo australiano e quello statale del Queensland hanno completamente mancato i traguardi stabiliti per migliorare le già precarie condizioni di salute di una tra le più belle barriere coralline del mondo. Il rapporto dell’UNESCO e dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) esprime per tanto una fortissima preoccupazione per lo sviluppo portuale e per il conseguente inquinamento che esso provoca. In più la barriera viene quotidianamente minacciata dai cambiamenti climatici e spogliata progressivamente dalla proliferazione delle stelle marine, che della barriera fanno preda. Per quest’ultimo, complici i mancati traguardi nel miglioramento della qualità delle acque e il continuo e imperterrito sviluppo costiero che ha enormi impatti sulla vita di flora e fauna acquatiche. Tutti abbiamo visto “Alla ricerca di Nemo”: stiamo parlando proprio delle zone attraversate nel capolavoro d’animazione dal papà del più famoso pesce pagliaccio del cinema, che potrebbero rimanere solo un ricordo su pellicola.: per questo motivo il rapporto stabilisce la necessità di includere la barriera nella lista dei beni cosiddetti “in pericolo” dal 2014. /div>
 
Fonte: Ansa, attentialluomo.it
 
 

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.