Estate - Come difendersi dal caldo

La tradizione popolare, il buon senso, i rimedi naturali e l’omeopatia possono venirci incontro per scongiurare i pericoli della canicola estiva. Seguendo dei semplici accorgimenti, consigli e conoscendo le caratteristiche di alcuni elementi naturali è possibile sconfiggere l’afa e godersi un’estate più tranquilla e più sana.

Con il sopraggiungere dell’estate il caldo si fa sempre più insistente e insopportabile, le notti si possono trasformare in estenuanti veglie matide di sudore, con conseguente sbalzi di umore e sonnolenze protratte il giorno dopo. Ma il caldo non è solo fastidioso può essere anche fonte di problemi di salute, non solo per neonati e anziani più vulnerabili alle ondate di calore. Un’esposizione prolungata a temperature elevate può provocare disturbi lievi, come crampi, svenimenti, gonfiori, o di maggiore gravità, come lo stress da calore, bruciature, eritemi e il colpo di calore, che possono determinare un aggravamento delle condizioni di salute di persone con patologie croniche preesistenti. Purtroppo non è possibile evitare il caldo e l’afa estivi soprattutto se si è costretti a restare in città. Possiamo però difenderci scongiurando il pericolo:

  • bere spesso (almeno 2 litri di acqua al giorno) anche quando non si ha sete per rimanere idratati e reintegrare i liquidi persi dall’eccessiva sudorazione,;
  • evitare la caffeina, le bevande molto zuccherate e gli alcolici, queste bevande agiscono da diuretici e fanno perdere troppi fluidi;
  • evitare frutta secca, cibi fritti, insaccati, cibi piccanti e cibi pronti, che aumentano la temperatura corporea, la sudorazione e la disidratazione;
  • mangiare molta frutta fresca, come agrumi, fragole, meloni (contengono fino al 90% di acqua) e verdure colorate, ricche di sostanze antiossidanti (peperoni, pomodori, carote), contro i danni correlati all’ozono, che si concentra maggiormente nell’aria ad alte temperature;
  • preferire alimenti leggeri, freschi e con poco grassi, meglio il pesce della carne per i dolci scegliere i gelati;
  • curare l’igiene, facendo una doccia (un bagno ha un impatto deleterio sul risparmio idrico) al giorno per liberarsi dal sudore e rimanere più freschi;
  • coprirsi quando si passa da un ambiente senza ad uno con aria condizionata, preferire indumenti di lino e cotone a quelli sintetici che ostacolano la traspirazione;
  • limitare l’attività sportiva, soprattutto nelle ore pomeridiane più calde, lo stesso è consigliabile se si desidera uscire o spostarsi, se questo non si può evitare usare un cappellino e degli occhiali da sole per proteggere gli occhi;
  • rinfrescare gli ambienti in cui si soggiorna o lavora, tenere tapparelle o persiane abbassate e chiuse, se è presente un condizionatore, effettuare una regolare manutenzione dei filtri,  la temperatura ideale è di 24-26°C;
  • se si usano ventilatori meccanici, non indirizzarli direttamente sulle persone, ma regolarli in modo da far circolare l’aria in tutto l’ambiente.

Se questi consigli non bastano si può ricorrere alla tradizione erboristica italiana con l’Acqua di Sant’Elia. un cucchiaino di rosmarino, uno di melissa e uno di fiori di ginestra, in un litro d’acqua. Il preparato va messo in frigo in un recipiente coperto a macerare per la notte. Al mattino, filtrata e dolcificata, meglio con miele, l’acqua di Sant’Elia, può essere bevuta a piccoli sorsi, durante il giorno, conservandola in frigo al massimo 24 ore. Altre soluzioni preparate dall’omeopata o dal farmacista possono essere l'assunzione di cloruro di magnesio, o di Belladonna e Apis. Utili sono anche i bagni alcalini: immersioni di almeno mezz’ora in acqua dove so è fatto sciogliere una tazza di bicarbonato di sodio.

Fonti: Governo informa; Benessereblog

<p align="justify">Oltre a informazioni su come <strong><em>difendersi dal caldo,</em></strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su estate, acqua di Sant&#39;Elia, mangiare e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche. </p>"

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

Contenuti più visti