Gas, approvato decreto su emergenza

Scajola: ''Riscaldamenti domestici ridotti di un grado e di un'ora. Non c'è allarme ma preoccupazione. Si potrebbe determinare un ''piccolo aumento'' sulle bollette delle famiglie”.

Roma, 24 gen. (Adnkronos/Ign) - ''Il governo ha approvato un decreto legge che porterà benefici ai consumatori'' per far fronte all'emergenza gas. Lo ha annunciato il ministro delle Attività Produttive Claudio Scajola in una conferenza stampa a Palazzo Chigi. ''Non c'è allarme ma c'è preoccupazione'', ha sottolineato il ministro.''Sto per firmare un provvedimento che prevede di abbassare di un grado le temperature e diminuire di un'ora il riscaldamento'', ha aggiunto Scajola. ''Abbiamo bisogno di chiedere un sacrificio agli italiani, abbasseremo la temperatura salvo le eccezioni in ospedali, cliniche, case di cura, centri sociali per anziani, scuole, asili nido, come giustamente richiesto dai ministri Storace e Moratti''. Secondo Scajola, queste misure consentiranno di risparmiare ''fra i 5 e i 10 milioni di metri cubi di gas'', una forchetta ampia, perché il controllo di queste misure ''è più difficile''.Il decreto anti-emergenza prevede, poi, l'uso di olio combustibile nelle centrali che consentirà di risparmiare fra i 25 e i 35 milioni di metri cubi di gas al giorno. ''Con questo provvedimento - ha proseguito il ministro - ci proponiano di far sì ''che lo stoccaggio, grazie al minor prelievo, a parità di difficoltà climatiche, ci consenta di arrivare a garantire la non interrompibilità di gas per cucinare e alle nostre imprese di continuare a produrre''. Il provvedimento potrebbe determinare un ''piccolo aumento ma di lieve entità'' sulle bollette delle famiglie, ''anche se i conti andranno fatti a consuntivo''.Scajola ha poi annunciato che giovedì incontrerà a Mosca il collega dell'energia russo, Viktor Kristenko. ''Gli chiederò il suo intervento per il rispetto dei valori contrattuali sull'invio del gas in Italia'', ha spiegato.Oggi, infatti, si è registrato un nuovo calo delle forniture di gas russo, stimato dall'Eni a -8,1% (pari a 6 mln di metri cubi non consegnati equivalenti all'1,4% dei consumi totali). La società petrolifera ha comunque tranquillizzato gli italiani. Paolo Scaroni, amministratore delegato dell'Eni, ha infatti precisato durante una conferenza stampa a Firenze che ''salvo imprevisti non verranno toccati in alcun caso i consumi'' delle famiglie. ''Ad oggi le riserve commerciali di gas ammontano ad 1,5 miliardi di metri cubi. Si cominceranno ad attaccare le riserve strategiche verso metà febbraio, molto prima dell'anno scorso''.Intanto da Bruxelles il ministro dell'Economia Giulio Tremonti si è detto convinto del fatto che non ci sono alternative rispetto al nucleare. ''Sono convinto che il nucleare - ha spiegato a margine dell'Ecofin - sia una delle soluzioni principali'' al problema della dipendenza energetica. Mentre per il presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, ad aprire nuove prospettive ''per lo sviluppo delle strategie di approvvigionamento energetico a livello bilaterale ed europeo'', potrebbe essere ''il recente accordo italo-greco per la realizzazione del gasdotto sottomarino tra i due paesi''. Ciampi, che oggi ha ricevuto al Quirinale il capo di Stato greco Karolos Papoulias, in visita ufficiale in Italia, ha sottolineato che ''sul piano economico dobbiamo mettere a profitto opportunità di incremento dell'interscambio commerciale e delle cooperazioni in settori tecnologicamente avanzati''. Dal suo canto, il presidente della Repubblica ellenica Karolos Papoulias ribadisce che ''la firma a Lecce a novembre dello scorso anno dell'accordo di costruzione del gasdotto per il trasporto del gas naturale dal Mar Caspio verso l'Europa, tramite la Turchia e la Grecia, è un fatto importante nei rapporti italo-greci nel settore energetico''. Fonti: www.interfree.it (FOCUS) - www.adnkronos.com/


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter