Gli Europei di calcio 2012 e la strage degli innocenti

Ne hanno parlato le televisioni, e la LAV sta portando avanti un'opera di sensibilizzazione, che non deve cadere nel vuoto. Il fenomeno è quello del randagismo, presente nelle città ucraine, dove si svolgeranno le partite dei prossimi europei di calcio. Città nelle quali per risolvere la questione non si è trovato nulla di meglio che uccidere i cani indiscriminatamente.
 
Lontano da logiche di controllo delle nascite, attraverso piani di sterilizzazione che pongano fine al bagno di sangue, e sostengano coloro che si prendono cura degli animali, quello che sta accadendo in Ucraina è una vera e propria strage. Sono migliaia, gli animali avvelenati, presi a bastonate o a fucilate. A incentivare questo massacro sono state inizialmente proprio le autorità locali, ansiose di ripulire l'immagine delle proprie città. Una volta abbattuti i cani erano, e probabilmente ancora sono, raccolti a centinaia e bruciati o buttati tra i rifiuti, oppure "sepolti" in enormi fosse comuni ricoperte poi dal cemento. Lo stesso materiale che sta ricoprendo intere aree di Leopoli, Donetsk, Kharkiv e Kiev, per la costruzione delle infrastrutture, e che fa fatto esclamare a settembre a Michele Platini, il presidente dell’Uefa, “Tutto procede bene ... Sono molto contento di quello che ho visto e voglio congratularmi con tutte le parti coinvolte nel processo di preparazione”. Sembra strano che non fosse a conoscenza della situazione randagismo, in qwuanto l'Uefa era stata avvisata Uefa delle uccisioni dall’associazione animalista svizzera “SOS Chats” nell’estate del 2009.
In quest'ottica s'inserisce anche l'iniziativa di Daniela Filippi, responsabile della LAV di Genova, che ha consegnato ieri, in occasione del match degli azzurri con gli U.S.A., una lettera a Federico Balzaretti, indirizzata alla nazionale italiana di calcio per chiedere che allenatore, giocatori e dirigenti dichiarino pubblicamente la propria contrarietà alla strage dei cani randagi in Ucraina per Euro2012. Una delle numerose azioni intraprese dall'associazione animalista italiana, che mette online una petizione per fermare il massacro

www.lav.it

Fonte: LAV, Il Fatto Quotidiano
 
<p>Oltre a informazioni su <strong>strage di cani ucraina</strong>, su Effetto Terra puoi trovare notizie su cani ucraina euro 2012 cani, europei 2012 strage cani e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.