Greenpeace convince Facebook per un futuro verde

Dopo venti mesi di mobilitazione, proteste e negoziazioni per chiedere a Facebook di diventare verde, il gigante di Internet annuncia oggi il suo impegno a puntare sull’energia pulita. Abbiamo vinto grazie a più di 700.000 persone che in tutto il mondo hanno partecipato alla nostra campagna “Unfriend coal”! Il messaggio di Facebook ai produttori di energia è chiaro: investire ora nelle energie rinnovabili e allontanarsi dal carbone.
Facebook collaborerà con Greenpeace per incoraggiare le grandi aziende dell’energia a sviluppare le fonti rinnovabili. Inoltre, insieme svilupperemo programmi che consentiranno agli utenti del social network di risparmiare elettricità e di coinvolgere le community in scelte a favore dell’energia verde.
Come cambierà Facebook? Ce lo dice Marcy Scott Lynn del Facebook's Sustainability Program: Facebook guarda lontano, a un giorno in cui le fonti energetiche primarie saranno pulite e rinnovabili, e stiamo lavorando con Greenpeace e con altri per far sì che quel giorno sia sempre più vicino. Da oggi, la nostra politica sulla localizzazione dei data center favorirà l’accesso alle fonti rinnovabili e lavoreremo con Greenpeace per mettere la forza del nostro network al servizio del pianeta. Greenpeace è stata particolarmente efficace nell’usare Facebook per l’ambiente, e siamo emozionati all’idea di lavorare insieme per perfmettere ai nostri utenti di misurarsi su Facebook con le questioni energetiche che più stanno loro a cuore.

CHE FANNO LE ALTRE AZIENDE IT?

Questa collaborazione tra Greenpeace e Facebook è un esempio da seguire per tutto il mondo dell’industria. Solo perseguendo la strada delle energie pulite sarà possibile lottare contro i cambiamenti climatici, rafforzare l’economia e tutelare la salute dei cittadini.
Il colosso di Cupertino, con il nostro supporto, porterà avanti la ricerca sull’efficienza energetica attraverso l’Open Compute Project (http://opencompute.org/) così da spingere altre compagnie del comparto IT ad avviare politiche analoghe.
L’impegno di Facebook per l’energia rinnovabile rilancia la sfida alle altre aziende dell’IT e del cloud computing come Apple, IBM, Microsoft e Twitter. La nostra campagna ”Unfriend coal” ha dimostrato che le persone, in ogni parte del mondo, chiedono che i social network, e più in generale la Rete, siano alimentati da fonti pulite e non dal carbone.
Continueremo a misurare, investigare e fare campagne sui progressi del settore IT a favore del clima. Vogliamo che la nuvola del cloud computing diventi verde. E tu?
Fonte: Greenpeace.it
 
<p>Oltre a informazioni su<strong><em> Facebook e Rinnovabili</em><em> </em></strong>su  Effetto Terra, puoi trovare informazioni su greenpeace,campagne sull'ambiente, a favore delle rinnovabili, e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

Contenuti più visti

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter