Il biglietto aereo su carta scompare per l'ambiente

Approvato definitivamente il protocollo d'intesa che impegna più di 40 compagnie aree ad abolire il biglietto cartaceo a favore di quello elettronico risparmiando l'abbattimento di 50.000 alberi.

40 compagnie aeree aderenti a IATA hanno eliminato definitivamente il biglietto aereo cartaceo. Dal 1° giugno, difatti, esisterà solo l'e-ticket che secondo le stime fornite da IATA la sua adozione preserverà circa 50.000 alberi all'anno. L'iniziativa segue firma alla Global Declaration on Aviation and Climate Change dello scorso aprile in cui IATA si impegnava a ridurre del 25% le emissioni di C02. La decisione oltre a ridurre l'impatto ambientale conviene anche economicamente: tutta la filiera produttiva del biglietti di carta costa alle compagnie circa 10 dollari per ogni singolo ticket. Altro aspetto da tenere in grande considerazione è quello della sicurezza il cui standard è certamente più elevato. Infatti, oltre alla nominalità del biglietto ci sarà il PIN, il codice personale che sarà dichiarato al check-in e con cui si otterrà il titolo di viaggio elettronico.

In questo modo avverà che:
- Il passeggero richiede via Internet il biglietto aereo per la tratta che gli interessa, scegliendo data e compagnia che lo interessano, attendendo la risposta sulla disponibilità del posto comodamente seduto davanti al computer. Il pagamento viene effettuato tramite carta di credito e subito dopo il passeggero riceve, via mail, la conferma con un codice riferito alla sua prenotazione e coi dettagli del viaggio. I costi sono nulli se l'acquirente ha effettuato l'operazione dal proprio pc, si elevano invece da 8 a 45 euro per acquisti fatti presso le agenzie viaggi o le biglietterie della compagnie aeree.
- Viene istituito il servizio di web check-in col quale il passeggero avrà la possibilità di presentarsi al banco di accettazione della compagnia aerea con la ricevuta o con il semplice codice di prenotazione e un documento di riconoscimento, sarà l'addetto al check-in a consegnargli la carta d'imbarco. Questo sistema permette di scegliersi il posto a sedere e di mettersi al riparo dal fenomeno dell'overbooking.
Cosi' risparmieranno anche tempo e denaro, per se è per l'ambiente ( e per le compagnie aeree...) evitando lo speco di carta , e il relativo abbattimento di alberi per produrla, inoltre in caso di smarrimento per il biglietto cartaceo bisognava riacquistare il titolo di viaggio, con quello elettronico non si pone il problema.

Fonte: Iata


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter