In Russia filmati alcuni rari esemplari di leopardo

Dopo la tigre di Sumatra, il WWF è riuscito nuovamente nell'impresa di video documentare nel proprio habitat, minacciato dal pericolo di distruzione, una specie a forte rischio di estinzione in libertà.
Si tratta del leopardo di Amur, anche conosciuto come leopardo dell'Estremo-Oriente, leopardo della Corea e leopardo della Manciuria, ridotto oggi solo in una frazione del suo areale originario, che prima si estendeva in tutta la provincia della Cina nord-orientale di Jilin e Heilongjiang, e nella penisola coreana. In Russia, circa l'80% di questa specie è scomparsa tra il 1970 e il 1983. Tra le cause principali, il taglio illegale degli alberi, gli incendi boschivi e la conversione dei terreni per l'agricoltura, oltre al bracconaggio.
Il filmato ha valenza scientifica essendo parte di un progetto realizzato dal WWF Russia in collaborazione con l'Istituto per l’uso sostenibile delle risorse naturali (ISUNR), un’organizzazione no-profit con sede a Vladivostok, e l'Istituto di Geografia del Pacifico del Ramo dell'Estremo Oriente dell'Accademia Russa della Scienza. Progetto che ha permesso di individuare 12 esemplari di leopardo di Amur, tra la Riserva Naturale della Kedrovaya Pad e il Rifugio federale della fauna selvatica “Leopardoviy”, situato tra Mar del Giappone  e confine cinese. Riprese che dimostrano, come sottolinea Sergej Aramilev, Coordinatore del Programma Specie del WWF Russia di Amur Branch, l'importanza dell'uso dei video monitoraggi in natura “Le telecamere digitali ci hanno aiutato a catturare in  sequenza le immagini al fine di studiare le abitudini di questi animali molto particolari. Quello che abbiamo visto quest’anno è la prova che il gruppo di leopardi sorvegliati tende a crescere”. A certificare queste affermazioni sono infatti i numeri, negli ultimi 6 anni si contavano dai 7 ai 9 animali identificati ogni anno e, ancora prima dell’indagine, se ne contavano appena 50 in tutto il mondo.

Fonte: WWF

Oltre a informazioni su<strong> <em>leopardo di Amur</em></strong>, leopardo su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su rischio estinzione, lepardo rischio estinzione, wwf, russia, russia leopardo. Puoi iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.