Isola del Giglio - Incidente Concordia: emergenza ambientale

Sul sito del Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare uno speciale con gli aggiornamenti quotidiani sull'incidente della nave Concordia all'isola del Giglio. Comunicati, documenti, foto, video e rassegna stampa sul naufragio.
 
Limite a tre miglia dalla costa per i cargo con trasporti pericolosi per le aree protette con linee guida e interventi su due aree di maggior attenzione come il Canale di Piombino e Venezia. Queste alcune delle ipotesi di lavoro su cui - a quanto si apprende - sta lavorando il ministero dell'Ambiente.
Lo stato di emergenza verrà dichiarato per consentire e attuare le misure necessarie in tempi rapidi, cioè corrispondenti alla sfida di evitare la dispersione in mare di oltre 2000 tonnellate di carburante stivate nei serbatoi”. Lo ha ribadito stamattina il ministro dell’Ambiente Corrado Clini, che prosegue, intervenendo a Canale 5, “Abbiamo bisogno di procedere con urgenza, in tempi più brevi di quelli consentiti dalle procedure ordinarie. Abbiamo chiesto alla compagnia di darci entro domani il piano di lavoro per svuotare i serbatoi ed entro 10 giorni quello per rimuovere la nave”.
Per evitare che disastri come quello del Giglio possano ripetersi il ministro ha annunciato che proporrà alle compagnie di crociera “un accordo, un piano di lavoro e di comportamenti e gestione delle rotte in modo da gestirle in maniera sostenibile nelle zone di interesse ambientale”.
 

Fonte: Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, ANSA

 
<p>Oltre a informazioni su<strong> isola del giglio concordia, costa concordia, incidente costa concordia </strong>su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio, Corrado Clini e puoi iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.