La (scarsa) qualità dell'aria nelle città europee

Torino è la seconda peggiore città europea per smog. A sostenerlo è l’Istat in seguito alla presentazione de i risultati dell’analisi sulla qualità dell'aria nelle città europee, elaborati  dall'Agenzia europea per l'ambiente (EEA).  La prima città in questa classifica Plovdiv, in Bulgaria.

L'Istat ha presentato i risultati dell'analisi sulla qualità dell'aria nelle città europee, riferiti agli anni 2004-2008, desunti dal database AirBase dell'Agenzia europea per l'ambiente (EEA). I dati, raccolti dalle centraline di “fondo”, ovvero quelle che raccolgono dati complessi e non solo riferiti al traffico urbano, sono sintetizzati in un unico indicatore, definito dal numero medio di volte in cui si superano i limiti di legge delle concentrazioni.
Sulla tematica della qualità dell'aria nelle città, la Commissione europea ha inviato due avvertimenti all'Italia per predisporre un piano anti-smog, che contrasti i continui superamenti dei limiti sulla qualità dell'aria e in particolare del PM10. I risultati vengono diffusi a fine giugno, dopo averli comparati tra 211 città europee e porta a stilare una classifica che vede Plovdiv al primo posto, seguita da Torino, Brescia e Milano, Sofia  e Modena. Un primato tutto italiano che vede ben 4 città nei primi dieci posti delkle città europee più inquinate.
Legambiente Piemonte ha sintetizzo l’analisi dell’Istat in un comunicato dove chiarisce e sostiene:”l’analisi compara i livelli di qualità dell’aria di 221 città europee, analizza nello specifico la situazione per i tre principali inquinanti.Per quanto riguarda la presenza nell’aria di ozono troposferico (che costituisce un componente importante dello smog fotochimico, dannoso sia per gli esseri umani, in particolare per le vie respiratorie, sia per la flora e per la fauna), Torino è la città europea con la situazione peggiore, avendo superato in 77 giorni il valore obiettivo per la protezione della salute umana di 120 mc/mc.Torino si piazza tra le quattro peggiori città a livello europeo anche nella classifica del particolato PM10 e del biossido di azoto, inquinante per ilquale si registra un netto peggioramento della concentrazione media annua che passa dai 48,9 mg/mc del 2007 ai 60,5 mg/mc registrati nel 2008.” La presidente Vanda Bonardo  analizzando che:”Quella che arriva dall’Istat è infatti la conferma di una situazione allarmante che denunciamo da tempo e che le istituzioni locali affrontano ancora in modo inefficace e blando. Cogliamo l’occasione per chiedere un chiarimento all’assessore alla Viabilità Sestero circa il nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile varato dalla Giunta e in discussione nei prossimi giorni in Consiglio Comunale. Il Piano, dalla validità decennale, prevede che la Città non sarà in grado di rispettare neanche in futuro il valore limite imposto dall’Unione Europea per il PM10. Si prevede infatti che i superamenti giornalieri della concentrazione media di 50mg/mc si attestino a 60, a fronte dei 35 concessi in un anno dall’Europa. Si tratta di un refuso o l’Amministrazione comunale annuncia di non essere in grado di prendere provvedimenti efficaci per la lotta allo smog?”.

 

Fonti: Istat,Legambinete Piemonte, La Stampa

Oltre a informazioni <strong>sull&#39;analisi della qualità dell&#39;aria nelle città europee ,</strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su inquinamento, mobilità sostenibile, città,trasporti puliti e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

Contenuti più visti