Lo street view di Google documenta il post Fukushima

Mirai e no kioku ,“Memories for the future” in giapponese, è un progetto che Google avvalendosi dei suoi strumenti connessi allo street view, sta portando avanti documentando il prima e il dopo disastro nucleare giapponese. Una documentazione toccante che ha anche una valenza scientifica mettendo a disposizione di tutti gli effetti tragici dell’atomo.
 
Tra luglio e novembre di questo anno, le Google Car hanno iniziato a percorrere le aree interessate dal disastro catturando il primo set di immagini che ora consentono di ricostruire una riproduzione tridimensionale della zona. 44.000 i chilometri attraverso 28 città, è la distanza che le auto-spia di Google hanno percorso, senza ancora riuscire a passare al pettine i punti più caldi di Fukushima, per via delle radiazioni. Il risultato è allo stesso tempo interessante e agghiacciante.
Le immagini più forti sono quelle riprese nell’area di Oganawa, nel distretto di Oshika. Dove nemmeno un anno fa si ergevano gli edifici di un centro produttivo e abitato, ora si allarga un tappeto di macerie, costellato qua e là dagli scheletri delle costruzioni più resistenti.
“Un tour virtuale attraverso Street View illustra chiaramente come questi disastri naturali hanno trasformato le comunità” spiega Kei Kawai, senior project manager di Street View “Se provi a partire dall’entroterra e ti muovi verso la costa, vedrai l’idilliaca campagna cambiare radicalmente, con l’addensarsi di montagne di detriti man mano che ti avvicini all’oceano”.
L’obiettivo principale del progetto Mirai e no kioku (“Memories for the future”in giapponese) è quello di creare un archivio visivo del disastro, che possa tornare utile a quegli studiosi che intendano in futuro studiare da vicino gli effetti del disastro. “Avere a disposizione le immagini stradali delle aree colpite consente di guardare in prospettiva la situazione di queste comunità” continua Kawai “e garantisce che il ricordo del disastro si mantenga rilevante e tangibile a beneficio delle future generazioni.”
 
Fonte: Wired, Miraikioku.com
 
<p>Oltre a informazioni su<strong><em> </em><em>energia nucleare, </em></strong>su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su nucleare, centrale nucleare, incidenti nucleari, google, fukushima, street view, e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter