In piazza contro “il Mar-Tempo”

Si è tenuta sabato 17 e domenica 18 ottobre 2015 l’iniziativa “Io non rischio” la manifestazione ha coinvolto più di 4.000 tra volontari e volontarie in più di 400 piazze del territorio nazionale, per sensibilizzare la cittadinanza sui rischi ambientali che molto spesso vengono provocati dall’uomo.
 
Lo spirito dell’iniziativa è stato quello di diffondere, attraverso i punti informativi, una nuova cultura orientata verso la salvaguardia dell’ambiente, ma soprattutto, dopo le recenti emergenze legate agli smottamenti e alle alluvioni che hanno coinvolto un po’ tutta Italia, indicare i comportamenti corretti da mettere in atto in caso di pericolo.
La campagna, promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, sta ottenendo contributi importanti anche dagli Istituti: Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.
Sul sito www.iononrischio.it è possibile consultare approfondire i temi e le iniziative legate alla campagna.
 
Fonte: iononrischio.it
 

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter