Shell abbandona le trivellazioni nell’Artico

Greenpeace esulta. La Shell ha deciso di fermare le trivellazioni al Polo Nord, almeno per quest’anno. Sempre in prima fila nella lotta contro le grandi compagnie petrolifere, durante il Summit Rio+20 del giugno scorso Greenpeace aveva lanciato una petizione per difendere l’Artico. Alla campagna “Salviamo l’Artico” avevano aderito anche star internazionali del calibro di Paul McCartney, Penelope Cruz ed altri.
 
"Negli ultimi 30 anni, abbiamo perso tre quarti della calotta di ghiaccio che galleggia in cima al mondo", afferma Greenpeace sul sito creato per la campagna. "Per oltre 800 mila anni, il ghiaccio è stata una caratteristica costante del Mar Glaciale Artico. Si sta sciogliendo a causa del nostro uso di energia sporca da fonti fossili, e in un prossimo futuro potrebbe essere privo di ghiaccio per la prima volta da quando gli esseri umani sono sulla Terra. Questo sarebbe devastante non solo per le persone, gli orsi polari, i narvali, i trichechi e altre specie che vi abitano - ma per tutti noi. Il ghiaccio in cima al mondo riflette nello spazio molto del calore del sole, contribuendo così a raffreddare il nostro pianeta, stabilizzando il clima da cui dipendiamo per le coltivare il nostro cibo. Proteggere il ghiaccio significa proteggere tutti noi".
Il fondale dell’Artico, classificato dal diritto internazionale come zona di “Alto mare”, è stato dichiarato patrimonio comune dell’umanità. Purtroppo, con lo scioglimento dei ghiacciai causato dalle temperature alte i fondali stanno riaffiorando e gli stati ne rivendicano l’appartenenza per concederli alle compagnie di petrolio. Oggi la Shell, dopo aver investito 5 miliardi di euro, ha cancellato tutte le trivellazioni nell’Artico alla ricerca di idrocarburi. Notizia che Alessandro Gianni, direttore delle campagne di Greenpeace, ha definito "buona», ma "ora bisogna creare un santuario globale nell’area disabitata che circonda il Polo Nord, bandire le trivellazioni petrolifere e la pesca non sostenibile nel resto dell’Artico".
 
Fonte: Greenpeace, savethearctic.org
 
<p>Oltre a informazioni su shell, petrolio, trivellazioni petrolio su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su petrolio artico, shell artico, trivellazioni artico, save the artic,greenpeace, savetheartic e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

Contenuti più visti

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter