Smart grid: l'Italia all'avanguardia

Non c’è dubbio che in futuro si consumerà sempre più energia ed occorrerà farlo in modo efficiente; la soluzione, secondo gli esperti, è una “Rete intelligente” per favorire uno scambio omogeneo di energia tra gli utenti, ossia consentire a tutti di produrre autonomamente l’energia di cui hanno bisogno, condividere quella in eccesso e ricevere quella mancante.
 
Ma che cos’è una “Smart Grid” e quali sono i vantaggi? La smart grid è una rete elettrica costruita in modo tale che, appunto,  gli eventuali surplus di energia che si creano in alcune zone, laddove se ne manifesti una bassa richiesta, vengano ridistribuiti in modo dinamico ed in tempo reale in altre aree che necessitano di più energia. A gestire il tutto è un software che monitora costantemente il flusso elettrico che a sua volta può essere generato anche da fonti rinnovabili. Non si tratta dunque di una singola rete, ma di un insieme di piccole reti collegate fra loro in grado di comunicare scambiando informazioni sui flussi di energia, gestendo con migliore efficienzai picchi di richiesta, evitando interruzioni di elettricità e riducendo il carico ove necessario.
Un sistema di gestione dell’energia elettrica che vede un’eccellenza nell’Italia, che vanta un sistema di distribuzione automatico ormai decennale e riconosciuto a livello mondiale, con oltre 33 milioni di contatori elettronici installati. Il cosiddetto “Telegestore” permette da un lato di leggere a distanza i consumi e quindi di monitorare in tempo reale la continuità del servizio – intervenendo tempestivamente su eventuali guasti o malfunzionamenti della rete – dall’altro la telegestione abilita nuove funzionalità per misurare gli scambi di energia in entrambi i sensi (energia consumata ed energia eventualmente prodotta dal cliente). Inoltre il Telegestore si integra totalmente con i sistemi informatici tradizionali, valorizzando la rete elettrica come mezzo per scambiare informazioni: in questo modo viene offerta al cliente l’opportunità di usare l’energia in modo più razionale e consapevole. Insomma si può considerare il “primo mattone” di una rete elettrica intelligente dove consumatori e produttori di energia possono usufruire di servizi innovativi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica e a salvaguardare l’ambiente.
L’attività pionieristica in tema di Smart Grid e la continua e costante ricerca fanno dell’Italia un Paese leader in fatto di tecnologia innovativa per la distribuzione di energia elettrica, tanto che sia gli USA e il Canada che i Paesi emergenti, come il Brasile, fanno riferimento al know how italiano per i propri progetti nazionali. Nonostante tutto ciò però per l’Italia c’è ancora molto da fare in prospettiva: come esplicitato da Tullio Fanelli, sottosegretario del Ministero dell'Ambiente, durante l'Italian Smart grids forum “I benefici dell'implementazione delle Smart grids si misurano su due livelli: a livello della produzione, perché consentono una maggiore integrazione delle fonti di energia rinnovabili e a livello della mobilità con l'introduzione delle auto elettriche. Per quanto riguarda la mobilità elettrica, l'Italia si trova al momento solo alla 1° fase del processo di sviluppo e implementazione sul territorio: quella nelle quali sono necessarie colonnine di ricarica private e pubbliche che consentono una ricarica delle batterie in decine di minuti o in ore. Per poter passare alla 2° fase che consentirà la ricarica dei veicoli elettrici in pochi minuti come si fa oggi con il pieno di benzina, e fare in modo che le sperimentazioni diventino una realtà diffusa in tutto il Paese è fondamentale il contributo della R&S che consentirà un'evoluzione della tecnologia e dell'infrastruttura. Infatti in quella prospettiva- ha concluso Fanelli- i distributori di ricarica avranno bisogno di impianti nei quali dovranno essere disponibili potenze dell'ordine dei "Megawatt", che dovranno essere dotati di una significativa capacità di accumulo locale per non impattare troppo sul funzionamento della rete”.
La diffusione di reti elettriche intelligenti, dunque, può rappresentare un'opportunità di sviluppo prospera, seguendo una direzione green in grado di creare possibilità di lavoro altamente qualificato.
 
Approfondimenti
Fonte: ENEA, Enel, Green Report
 
<p>Oltre a informazioni su <em><strong>smart grid</strong></em>, su Effetto Terra puoi trovare informazioni su energie rinnovabili telegestore, smart grid italia, efficienza energetica, reti intelligenti, e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter