Torino - “Giungla sull’asfalto…”

Sino al 30 novembre 2008 il Museo Regionale di Scienze Naturali, ospita una mostra sulla “flora spontanea delle nostre città”, come recita il sottotitolo della stessa. Un’occasione per mettere a fuoco la complessa rete di rapporti uomo-natura che determina effetti cruciali per entrambi i soggetti in questione.

Un percorso espositivo composto da sette sezioni tematiche, in cui vengono approfondite le dinamiche che consentono alle piante di svilupparsi nell’ecosistema urbano.All’apparenza una mostra inusuale o a carattere prettamente tecnico ed in grado di catalizzare l’interesse e la curiosità solo di addetti ai lavori (dai botanici agli urbanisti). Priva del fascino delle tele di un grande autore o della possibilità di scoprire gli effetti della natura sul pianeta e sull’uomo, come sembrerebbe indicare il titolo, in realtà cela la possibilità di scoprire l’importanza di come la natura ed il suo rispetto, possano aiutare l’uomo anche in ambienti ostili a migliorare la propria qualità di vita in tema ambientale.Nell’esposizione viene fatto riferimento, da una parte al crescente problema delle allergie da pollinosi e alla costante minaccia di colonizzazione di manufatti e monumenti da parte dei vegetali, dall’altra all’importanza della flora urbica per la conservazione della biodiversità, all’impiego di bioindicatori (in particolari dei licheni) per valutare il livello di inquinamento in aree urbane o alla positiva influenza che le piante esercitano sulla termoregolazione degli ecosistemi urbani e sull’abbattimento dei livelli di inquinamento che in città spesso raggiungono valori critici. Una panoramica a 360 ° che va dall’importanza delle piante spontanee nell’ecosistema urbano ai danni causati dalle piante ai manufatti ed in particolare al patrimonio storico – artistico, senza tralasciare la descrizione delle modalità con cui i semi delle piante giungono nell’ambiente cittadino ad esempio: disseminazione naturale (semi trasportati dal vento, dall’acqua, da animali); introduzione volontaria o involontaria da parte dell’uomo, (spostamenti di substrati contenenti semi, introduzione di piante ornamentali in parchi e giardini, scambi di merci, semi uncinati su abiti etc.).
Un’insieme di spunti per riflettere su come un ritmo di vita ed il frenetico scambio di merci a livello globale possano influenzare l’ambiente anche per aspetti che possono sembrare irrilevanti, ma che in realtà partecipano al mutamento dello stesso.

Fonte: Comunicato stampa,  www.regione.piemonte.it/museoscienzenaturali

<p align="justify">Oltre a informazioni su <em><strong>Giungla sull&#39;asfalto flora spontanea delle nostre città, </strong></em>su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su mobilità sostenibile, energia e sostenibilità, iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche. </p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter