Torino. Al via il nuovo piano antismog

Torino. Al via il nuovo piano antismog

Divieto assoluto ai veicoli Euro 0 a metano e Gpl. Nella Ztl divieto anche per gli Euro 3 diesel ed Euro1 benzina. E’ quanto prevede il nuovo piano antismog dell’amministrazione comunale di Torino. Nella Zona a Traffico Limitato il provvedimento ha carattere sperimentale e rimarrà in vigore fino al 30 marzo.
 
Da oggi 7 gennaio tutti i veicoli con omologazione Euro 0 per trasporto persone, compresi quelli a Gpl e metano, non potranno più circolare su tutto il territorio cittadino dalle ore 8,00 alle 19,00. Restano i divieti per i diesel Euro 1 e per quelli Euro 2 immatricolati da più di 10 anni (dalle 9 alle 17). Dalle limitazioni sono esentate le auto guidate da persone con più di 65 anni, mentre fino al 31 gennaio potranno circolare i benzina Euro 1, diesel Euro 3 e metano o Gpl Euro 0 purché si dimostri di aver già acquistato un veicolo nuovo. Tutte le restrizioni non valgono per i mezzi commerciali.
Di seguito riportiamo alcuni stralci dell’intervista di Andrea Rossi per “La Stampa” a Enzo Lavolta, Assessore all’Ambiente del Comune di Torino.
 
Da oggi per oltre 150 mila veicoli la circolazione sarà limitata. 
«Vero. Ma si tratta di motorizzazioni fortemente inquinanti, più inquinanti, almeno secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità. Un diesel Euro 3 emette 803 microgrammi al chilometro contro gli 80 di un benzina Euro 3. Quanto ai Gpl e metano Euro 0, ne emettono oltre 2000. Se vogliamo trasformare Torino da Smog City a Smart City è giusto che tutti facciano la propria parte».
 
Anche a costo di dover cambiare l’auto, nemmeno tanto vecchia, in un momento di forte crisi? 
«Ma noi non chiediamo a nessuno di cambiare auto. Vorrei precisarlo una volta per tutte: la maggior parte dei provvedimenti riguardano la Ztl, un’area estesa non più di due chilometri quadrati, attraversabile a piedi in un quarto d’ora. E anche per gli Euro Zero il divieto vale soltanto per alcune ore. Dov’è il disagio?».
 
Beh, molti si lamentano. 
«Io credo che questa misura non debba essere percepita come un disagio. Ripeto: si tratta di un’area molto circoscritta della città, tra l’altro la più servita dai mezzi pubblici e da altre forme di mobilità come il bike sharing. A Milano, ad esempio, dove è in vigore lo stesso tipo provvedimento, l’area vietata è di 8 chilometri quadrati».
 
Intervista completa
www.lastampa.it
 
Le nuove linitazioni al traffico del Comune di Torino
 
Fonte: La Stampa
 
 
<p>Oltre a informazioni su<strong><em> torino piano antismog, torino piano anti smog</em>,</strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su torino smog, torino ztl, torino zona traffico limitato, enzo lavolta e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>.</p>"

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.