Torino: trasporto pubblico Stop&Start

Il capoluogo piemontese è il primo ad immettere nel trasporto pubblico, 4 nuovi autobus dotati della tecnologia Stop & Start, un sistema che disattiva automaticamente il motore ad ogni sosta, risparmiando carburante e riducendo notevolmente le emissioni. Un progetto a basso impatto ambientale destinato a ripensare la mobilità pubblica.

Il tragitto degli autobus cittadini è chiaramente fatto di numerose fermate che consentono ai passeggeri di salire e scendere dal mezzo. Durante l’attesa, così come ai semafori, il mezzo rimane accesso, consumando carburante e di conseguenza emettendo emissioni. La tecnologia automobilistica da tempo si sta innovando nella ricerca di soluzioni capaci di abbattere i consumi e l’inquinamento derivante da auto e mezzi di trasporto. Sono già molte le offerte valide in quest’ottica come il metano, il Gpl e i primi esperimenti di motori elettrici. Un tecnologia però si sta affinando e viene incontro alle necessità di riduzione: si chiama Start&Stop e funziona in modo da intervenire quando la vettura in frenata  rallenta al di sotto di una certa velocità. In questo momento il motore si spegne mantenendo però tutti gli altri sistemi accesi, come ad esempio climatizzatore. Il motore riparte appena viene ingranata la prima da parte del conducente.

 Oggi questa tecnologia in costante diffusione è stata pensata per il trasporto pubblico, mezzo principe nell’andatura Start&Stop. Così a Torino, il Gruppo Torinese Trasporti ha introdotto, grazie al contributo del Ministero per l’ambiente e del Comune di Torino, 4 mezzi con questo sistema, inseriti in un lotto complessivo di  12 autobus ecologici da 18 metri.
L'entrata in servizio dei nuovi mezzi è accompagnata da una campagna di comunicazione per far conoscere il loro valore ambientale: tutti gli autobus sono stati personalizzati con un apposito logo e messaggi sulle fiancate. Il logo è caratterizzato da un fiore stilizzato che richiama nei colori e nella forma il tema ecologico, mentre il messaggio presente sulle fiancate vuole sottolineare il maggior confort abbinato al basso impatto ambientale.
L'acquisto di questi autobus è stato possibile grazie a un finanziamento di 4 milioni 480 mila euro suddiviso tra Ministero dell'Ambiente, Comune di Torino, Agenzia Mobilità Metropolitana e GTT.
Dal sito della Gtt riportiamo i dati tecnici degli autobus: il sistema Stop & Start consente un risparmio sul consumo di carburante dell'8% e di conseguenza un ulteriore abbattimento di emissione di anidride carbonica e particolato dello stesso ordine di grandezza. Vengono inoltre ridotte sensibilmente, grazie all'arresto momentaneo del motore, le vibrazioni dei veicoli in fermata: in questo modo migliora il confort a bordo dei mezzi e si riduce la rumorosità percepita all'esterno e all'interno dei veicoli.
Gli autobus con il sistema Stop & Start sono dotati di un impianto in grado di arrestare il motore ogni qualvolta il veicolo si trova in condizione di arresto momentaneo: dalla sosta alle fermate, ai semafori. Al conducente basta premere l'acceleratore perché l'autobus si rimetta in moto.
Per aumentare l'efficienza energetica del sistema, è stata aggiunta un'altra applicazione altamente tecnologica quale l'utilizzo di supercondensatori, dispositivi in grado di immagazzinare energia e di restituirla quando necessario al sistema elettrico, garantendo sempre la corrente necessaria per tutti gli avviamenti del motore.
 
Fonte: Gtt Torino

Oltre a informazioni su<strong>l sistema Stop&amp;Start,</strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su cmobilità sostenibile, trasporto pubblico, tecnologie, motori green e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.