Le proprietà del rosmarino

E' una delle erbe aromatiche più diffuse, più profumate e più belle, oltre ad insaporire i nostri piatti ha anche tante proprietà curative. Comunemente l'uso gastronomico del rosmarino è prevalente su quello medicamentoso, ma il suo utilizzo in cucina ha anche un risvolto salutistico migliorando la digestione dei cibi "pesanti" e diminuisce l'uso del sale.
 

Non esiste casa di campagna che non possegga un cespuglio di rosmarino, così come molti balconi cittadini. E' una delle erbe aromatiche più antiche, da sempre è considerato sacro, Greci ed Egizi ne conoscevano già le virtù. Un ramoscello di rosmarino è stato trovato in una tomba egiziana,gelosamente custodito in cofanetto di marmo a forma di scarabeo. L'origine del nome rosmarino crea anche una diatriba etimologica: c'è chi sostiene che derivi dal latino ros (rugiada) e marinus (marino), ma altri ne vedono una derivazione greca: rops (arbusto) e myrinòs (odoroso).

Per questa suo alone "sacro" di solito, è piantato a ridosso della facciata principaledella casa (a sud,con il muro alle spalle) per ovvi motivi di protezione dal freddo, ma anche quasi a sorvegliare e proteggere la casa.
Oggi è una pianta che sottovalutiamo spesso.
Lo usiamo principalmente per condire i nostri piatti, oppure per adornare i nostri balconi, per la bellezza dei suoi fiori di un intenso color lilla.
Eppure, non dobbiamo mai dimenticarci che questa erba aromatica ha tante proprietà terapeutiche che possono esserci utili per risolvere i piccoli problemi di tutti i giorni.
Uno dei modi migliori per assumerlo è l'infuso con un cucchiaino in acqua bollente per 10 minuti.
Tra le sue virtù: è uno stimolante, buono nei casi di astenia e debolezza generale, per alleviare lo stress da superlavoro fisico e intellettuale. E' antinevralgico.
Ha proprietà antisettiche, ha un buon effetto sugli stati influenzali e febbrili, calma l'apparato respiratorio nei casi di asma e tosse.
Agisce sull'apparato digerente: è colagogo (facilita la produzione della bile), stomachico (facilita la digestione), carminativo (aiuta i movimenti peristaltici).
Ha un buon effetto, infine, anche sull'apparato osseo, come antireumatico (sia come infuso che come decotto).
Anche se l'uso gastronomico del rosmarino è prevalente su quello medicamentoso, il suo utilizzo in cucina ha anche, magari inconsapevolmente, un risvolto salutistico: migliora la digestione dei cibi difficili da digerire, come ad esempio la porchetta che è sempre aromatizzata con il rosmarino,inoltre aggiungendolo agli alimenti li insaporisce per cui non è necessario il sale,da tutto questo ne trae beneficio il nostro organismo.
Una romantica quanto improbabile leggenda racconta che la regina Isabella d'Ungheria, vissuta nel 1300, ormai settantaduenne, malata di gotta, ricevette da un angelo la ricetta di una meravigliosa lozione di bellezza e salute. Dopo averla usata, la regina diventò sempre più bella e più giovane, tanto da essere chiesta in sposa dal re di Polonia. La lozione miracolosa, passata alla storia con i nomi di "Acqua della Regina Isabella" e "Liquore di Bellezza", altro non era che un distillato di rosmarino!

<p>effetto terra, mercato, aziende, alimentari, alimenti, bio, eco, naturali, artigianato, bioedilizia, miele,rosmarino,proprietà delle erbe, riuso, cosmesi, cosmetica, acquisti online, e-commerce, carrello elettronico, tessile, aziende, energie rinnovabili,</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter