MED in Italy: L’eco casa mediterranea

E’ la risposta 100% made in Italy ai cambiamenti climatici. Interamente progettato e realizzato in Italia Med ,in Italy è stato ammesso alla competizione internazionale Solar Decathlon, il cui principale promotore è l’Energy Department statunitense, un concorso che si pone l’obiettivo di realizzare prototipi abitativi innovativi, sostenibili ed autosufficienti, grazie in particolare all’energia solare.

Il suggestivo acronimo “MED in Italy” è un omaggio alla tradizione costruttiva mediterranea ed alla cultura materiale del sud del Mediterraneo, che riporta in auge il concetto di casa passiva che si adegua al ciclo delle stagioni. Una “domus” sostenibile, che rispetto ai modelli di altre nazioni, dove si privilegia l’efficienza energetica, sfrutta in maniera completa le diverse fasi della luce nel corso della giornata, permettendo il funzionamento bio-climatico dell’abitazione. Perché spesso la produzione di energia solare e l’uso di impianti ad elevata efficienza (pompe di calore, caldaie a condensazione, impianti di cogenerazione) non sempre risulta sufficiente a contrastare gli sprechi imputabili alla costruzione di edifici connotati da forti consumi.
Con MED in Italy, nome del team e del progetto voluto alcuni docenti di Architettura, Economia ed ingegneria dell’Università Roma TRE e da una piccola equipe di Disegno industriale della Sapienza Università di Roma, supportati dal contributo attivo degli studenti e dal finanziamento delle più prestigiose industrie italiane, l’orientamento si sposta verso una nuova concezione di sostenibilità ambientale. Concetto che cammina di pari passo con sostenibilità economica e sostenibilità sociale. Basandosi sull'ottimizzazione delle risorse locali climatiche e materiche, sarà possibile raggiungere l’autosufficienza energetica, producendo circa 11.400 kwh grazie a pannelli fotovoltaici di cui circa 2.000 destinati all’uso dell’abitazione, immettendone così in rete quasi 9.500 e tagliare le emissioni di CO2 di 121 tonnellate in 20 anni. Il tutto prevedendo uno scheletro, leggero, smontabile e trasportabile, e un materiale pesante di riempimento da reperire in loco. Grande attenzione anche alle tecnologie e al risparmio, utilizzando le soluzioni impiantistiche più performanti ed attuali come il fotovoltaico organico, il solare freddo, un serbatoio d'acqua sganciato dalla rete idrica e l’assenza di impianto a gas, capaci di abbattere dell'84% i costi in bolletta. Privilegiando da una parte bassi costi di trasporto grazie a materiali da movimentare leggeri (legno), di acquisto grazie a materiali locali e al montaggio a secco e dall'altra l'adattabilità del progetto a contesti territoriali svantaggiati, siano essi zone depresse per motivi climatici oppure territori da riurbanizzare in seguito a calamità naturali.

Approfondimenti

Fonte: ANSA, UNIROMA 3

<div align="justify">Oltre a informazioni sul<em>l&#39;<strong>med in italy</strong>,</em> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su energie alternative, solar decathlon, casa passiva, sostenibilità ambientale, energia solare e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</div>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter