OGM-free, una mappa delle regioni europee

Esistono numerosi territori in Europa che non permettono l'uso e la diffusione di organismi geneticamente modificati all'interno dei propri territori. Anche l'Italia, ha una buona rete di resistenza alle sirene del transgenico e alcune sorprese vengono da paesi seriamente influenzati dagli Stati Uniti.

Oltre 230 regioni, 4200 province e comuni e decine di migliaia di agricoltori e produttori di cibo si sono dichiarati OGM-free, ripudiando la coltivazione transgenica e il monopolio delle multinazionali del settore. Oggi sono in rete e formano un network europeo che cresce man mano. Le maggiori adesioni provengono da Italia, Francia, Austria e Polonia. Il nostro paese è tra i più convinti assertori del no-ogm, tant'è che formulò "la dichiarazione di Firenze", divenuta linea guida europea, nella quale si riconoscono tutt'oggi diverse regioni. Grazie al sito della campagna, pubblichiamo qui di seguito la cartina della rete OgmFree europea comparata con il 2007 e più in basso la specificità italiana.

Fonte: http://www.gmo-free-regions.org/




Oltre a informazioni sugli OGM, su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su alimentazione biologica,mangiare a km0, sviluppo eco sostenibile e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter