A Torino Enjoy Car2go

Al via a Torino due nuovi servizi che consentono di trovare e lasciare liberamente i mezzi in diversi punti della città: una sfida alle nostre abitudini, la vinceranno?
 
L’investimento per l’acquisto dell’auto è il secondo più importante, dopo la casa, per le famiglie italiane. E’ naturale che in  un periodo, come quello attuale, di crisi generalizzata ci sia un ripensamento del concetto di proprietà dell’auto rimpiazzato, soprattutto nelle nuove generazioni, da un concetto di uso slegato all’acquisto.  Da qualche anno nelle principali città italiane sono nati svariati progetti di car sharing e se ne inaugurano sempre di nuovi a dimostrazione della vitalità, successo ed espansione del settore. Molteplici anche i vantaggi legati all’uso, dal risparmio economico alla diminuzione delle immissioni inquinanti e dalla possibilità di usare l’auto senza preoccuparsi delle zone a traffico limitato e pagamento dei parcheggi in centro.
A Torino nel mese di Aprile sono stati inaugurati due nuovi servizi dedicati: “Car2Go” e “Enjoy” che in totale renderanno disponibili in affitto 850 veicoli con modalità diverse da quelle esistenti finora; la loro peculiarità è che le auto saranno in condivisione a flusso libero ossia sarà possibile lasciare l’auto dove si vuole e prenderla dove la si trova grazie a un app dedicata caricata sul proprio smartphone.  Enjoy (car sharing di Eni in partnership con Fiat e Trenitalia) è già presente a Milano, Roma e Firenze e in un anno e mezzo ha totalizzato 2,8 milioni di noleggi e 270 mila iscritti e spera di replicare il successo anche a Torino, cambiando il punto di vista sulla mobilità cittadina e Car2Go è presente in oltre 30 città del mondo.
Per usare una di queste auto (le flotte delle due società comprendono Smart e Fiat 500 rosse, tutte Euro 6) basta iscriversi ai siti dedicati (è necessaria patente valida e carta di credito o prepagata) e individuare le auto libere più vicine  che si apriranno con un clic da cellulare oppure sceglierne una libera lungo la strada, ingaggiarla e iniziare subito il noleggio. Le tariffe sono di 25-29 centesimi al minuto e comprendono accesso alle ZTL, parcheggio in zona strisce blu, assicurazione e carburante incluso.
Il car sharing in modalità free floating rafforzerà il sistema complessivo di mobilità contribuendo al raggiungimento di uno degli obiettivi posti ossia l’intermodalità del trasporto pubblico ed una maggiore offerta di alternative al mezzo privato.

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter