Economia sostenibile

E’ di qualche giorno fa l’annuncio della scoperta, in alcune grotte del Sudafrica, di alcuni reperti ossei appartenenti ad un ominide vissuto 3 milioni di anni fa, una specie "ponte” tra i primi bipedi e l’homo erectus.
 
Quando, tra altrettanti milioni di anni, verranno trovati i nostri di reperti in che categoria Homo verremo classificati?
Secondo Bauman l’uomo attuale si caratterizza per una particolare propensione, quella del consumo e da qui la definizione di Homo consumens.
Nel XX secolo è avvenuta quella trasformazione che ha reso il consumo da risposta ai bisogni di tipo primario a pratica che definisce lo stato sociale.
L’Homo consumens è un tipo di consumatore alienante (secondo la quadripartizione del filosofo brasiliano Euclides Mance), che consuma per essere, e che non sceglie liberamente, ma subisce le imposizioni della martellante pubblicità tipica della cultura di massa.
Questa non è l’unica tipologia possibile di consumo perché si può uscire dall’attuale logica alienante e praticarne differenti tipologie come l’acquisto consapevole, ossia acquistare tenendo conto della qualità del prodotto acquistato e della sua origine.
Per fare ciò occorre conoscerne la provenienza o poterla ricostruire attraverso un’attenta lettura delle etichette che si trovano sulle confezioni o sui banchi alimentari dei mercati, per quanto riguarda il cibo, o più in generale cambiare il paradigma che ci spinge all’acquisto. Quindi grazie alla consapevolezza delle logiche di mercato e della persuasione occulta della pubblicità la scelta del consumatore critico avviene tenendo conto di differenti parametri come la sostenibilità ambientale del processo produttivo o  l'eticità del trattamento accordato ai lavoratori.
Ad esempio la scelta di acquisto di un determinato modello di auto non è dettato dallo status symbol che esso comporta ma da caratteristiche come i consumi del livello di emissioni.
Il fine degli acquisti consapevoli è quello di contribuire a un'economia sostenibile. Questa tipologia di economia prevede che lo sviluppo della società sia perseguito rispettando il concetto di sostenibilità dal punto di vista sociale, economico ed ambientale.
Tanti sono i modi e i livelli di approccio a questo tipo di filosofia; il primo passo è sicuramente quello dell’informazione, ossia il capire il tipo di prodotto che si acquista, ad esempio diffidando delle generiche definizioni “sapore italiano” e “made in Italy”, che invece nascondono produzioni che realmente avvengono dall’altra parte del mondo, in luoghi senza alcun rispetto delle condizioni dell’ambiente e dei lavoratori. Un altro modo possibile di acquisto consapevole è quello di affidarsi al commercio equo e solidale, che tutela i produttori con un prezzo giusto e predeterminato, ma anche i consumatori non usando prodotti potenzialmente nocivi.
Quale che sia la metodologia usata l’acquisto consapevole deve basarsi su prodotti certificati rispetto alla qualità delle materie prime utilizzate, la cui produzione e provenienza sia tracciabile, descrivendo così un desiderio di vivere meglio, magari consumando meno, ma in modo più soddisfacente per noi e per l’ambiente che ci circonda.
 
Riferimenti bibliografici
  • Bauman, Z., Homo consumens. Lo sciame inquieto dei consumatori e la miseria degli esclusi, Erckson, Gardolo 2007
  • Mance, E. A., La rivoluzione delle reti. L’economia solidale per un'altra globalizzazione EMI, Bologna, 2003
  • Consumatori, Diritti e Mercato numero 1/2010
<p><span style="text-align: justify;">Oltre a informazioni su</span><strong style="text-align: justify;"><em> economia sostenibile, acquisti consapevoli, consumo critico, </em></strong><strong style="text-align: justify;"><em></em></strong><span style="text-align: justify;">su Effetto Terra puoi trovare informazioni su economia solidale</span><span style="text-align: justify;">, consumi consapevoli e iscriverti a </span><a style="text-align: justify;" href="/archivio-newsletter">newsletter</a><span style="text-align: justify;">, </span><a style="text-align: justify;" href="/directory">segnalare siti</a><span style="text-align: justify;"> e partecipare a </span><a style="text-align: justify;" href="/forum">forum</a><span style="text-align: justify;">, nonchè visitare i </span><a style="text-align: justify;" href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a><span style="text-align: justify;">, che trattano queste tematiche.</span></p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter