L’Europa dice NO alla privatizzazione dell’acqua

Il Commissario Europeo Michel Barnier in un comunicato stampa dichiara: ''L’Unione Europa è contraria alla privatizzazione dell'acqua'', trovando così un punto d’incontro con l'Iniziativa dei Cittadini Europei (Ice) Right2Water.
 
Il commissario europeo per il mercato interno, con un comunicato stampa ufficiale diffuso il 21 giugno scorso, esclude l'acqua dalla direttiva sulle concessioni e rassicura i cittadini dell'Unione Europea: "Capisco bene la preoccupazione che deriva da una privatizzazione dell'acqua contro la vostra volontà, anche io reagirei allo stesso modo".
L’iniziativa dei cittadini europei, che dal 2011 ha dato origine, alla dell'Ice per cambiare la direttiva europea, ha già raggiunto il traguardo del milione di firme e mira a triplicare l'obiettivo con tre milioni di firme. La campagna Right2Water, vuole garantire il diritto di usufruire dell'acqua. Un diritto negato nei fatti in molti paesi europei, nonostante sia stato riconosciuto come universale dalle Nazioni Unite, e in Italia, nonostante i 27 milioni di no alla privatizzazione espressi dai cittadini con il referendum del giugno 2011.
Molti Stati in Europa, tra cui Spagna, Olanda, Belgio, Danimarca, Grecia, Svizzera, Svezia e altri ancora non hanno mai privatizzato la distribuzione d'acqua, mentre in Gran Bretagna la privatizzazione ha creato problemi e grande insoddisfazione a causa della cattiva manutenzione della Thames Water, la società a cui è stata affidata la gestione.
Si ritorna alla municipalizzazione anche in molti paesi extraeuropei, dagli Stati Uniti all'Argentina, dal Messico al Mali, dove la ripubblicizzazione dell'acqua ha mostrato un generale miglioramento della qualità del servizio, costi più contenuti e una maggiore efficienza nella distribuzione.
L’ICE per l’acqua pubblica è stata sottoscritta da un milione e mezzo di cittadini in tutta Europa, anche in Italia grazie al lavoro del Forum italiano dei movimenti per l’acqua e della FpCgil. “Per l'ennesima volta - fanno sapere del Forum - viene smentita l’invocazione dei sostenitori delle privatizzazioni, quel "ce lo chiede l'Europa" continuamente ripetuto per giustificare la cessione ai privati del servizio idrico e già sconfitto dal voto popolare nel referendum del 2011. In Italia è intanto iniziato lo sprint finale per raggiungere l'obiettivo di firme per l'Iniziativa dei Cittadini Europei citata da Barnier, affiancando così anche il nostro paese agli undici che l'hanno già fatto, per raggiungere un risultato storico”.
Fonte: Forum Italiano dei Movimenti Per l’Acqua
 
 

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter