Legambiente denuncia l'abusivismo edilizio

In Italia il fenomeno dell’abusivismo edilizio – denunciato da Legambiente – ha raggiunto livelli preoccupanti, arrecando danni al paesaggio, allo sviluppo urbanistico, all’economia e alla sicurezza del territorio.
 
È ormai una piaga diffusa, specialmente al sud, dove spesso in barba alle leggi sono edificati immobili senza le necessarie autorizzazioni o eretti su superfici non edificabili.
Esaminando i dati, si evidenzia come il fenomeno sia maggiore in Campania, Sicilia, Calabria e Puglia nelle quali si concentra il 46,2% delle infrazioni accertate dalle Forze dell’ordine.
Quello che tuttavia preoccupa, non solo Legambiente, è la mancata esecutività delle ordinanze di demolizione stabilite perfino dalla magistratura. Nell'indagine che ha svolto su 72 capoluoghi di provincia, sono 4.956 (il 10,6%) le ordinanze di demolizione eseguite su un totale di 46.760 emesse.
 
I numeri dell’abusivismo edilizio e le proposte per il ripristino della legalità: Dossier Legambiente “Stop a mattone selvaggio
 
Fonte: Legambiente
 
 

Pubblicato in


Lo Spirito del pianeta

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.