Il Si degli artisti per il referendum sul nucleare

E’ polemica nel mondo dello spettacolo per la liberatoria fatta firmare dalla Rai agli artisti che si sono esibiti al concerto del primo maggio. Visto che il concerto come tradizionale veniva trasmesso sulla prima rete pubblica, l’azienda di viale Mazzini ha imposto il silenzio agli artisti su referendum e elezioni, ecco le prese di posizione di alcuni di loro.

 

Subsonica, Gino Paoli, Eugenio Finardi, Neri Marcorè, Daniele Silvestri, Nina Zilli, Ennio Morricone e Giuliano Palma, Enzo Avitabile, Paolo Belli, Erica Mou, Autoreverse, Bandabardò, Luca Barbarossa, Edoardo Bennato, Andrea Rivera, Diego Bianchi e Caparezza sono tra gli artisti che dopo l’esibizione al concerto del primo maggio hanno deciso di dire la loro sul prossimo referendum contro il nucleare.
Tutto nasce il primo maggio stesso, quando viene resa pubblica la liberatoria che la Rai ha chiesto di sottoscrivere ai musicisti per rispettare la par condicio in vista delle elezioni e del referendum.
Il comitato “Vota Sì per fermare il nucleare”, composto da oltre 70 associazioni unite per il referendum del 12 e 13 luglio, parlando di censura preventiva ha diramato un comunicato che riportiamo di seguito e ha pubblicato sul sito e sulla pagina di facebook le voci degli artisti.

“E’ inaccettabile che da una parte non sia ancora stato approvato il regolamento che governa l’informazione per i referendum – regolamento che avrebbe dovuto già essere in vigore – e dall’altra, invece, si applicano regole estemporanee e che, con ogni evidenza non rispettano il sentire degli italiani. Lo dimostrano anche le bandiere in piazza e la protesta degli artisti,”. Continua sostenendo che: “quelle decine di migliaia di euro che pendono sulla libertà d’espressione degli artisti sono un’offesa inaccettabile alla libertà d’espressione e al pluralismo. Un’offesa agli italiani”.

fonte: Repubblica, Comitato Vota Sì per fermare il nucleare

Leggi anche:

 

 

Oltre a informazioni su<strong>l referendum nucleare e sull&#39;acqua,</strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su tsunami, centrali nucleari, rischio nucleare, Fukushima, disastro nucleare giappone e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.