Le star americane contro il fracking

Molte celebrità americane, cantanti e attori, si appellano all’unisono al Governatore dello Stato di New York per interrompere le estrazioni di gas con i metodi invasivi dell’ormai famigerato fracking.
 
Le superstar, per sensibilizzare maggiormente l’Amministrazione Statale, hanno offerto la propria immagine per girare un video-appello che faccia presa.
Con sottofondo la canzone di Sean Lennon “Don't Frack My Mother” 25 personaggi, tra cui Yoko Ono, Susan Sarandon, Maggie Gyllenhaal, Lady Gaga e Robert De Niro, si appellano – servendosi di un video – al Governatore dello Stato di New York affinché blocchi le procedure invasive che stanno distruggendo i fondali marini al largo della costa statunitense per estrarre gas naturale. Il fracking consente di estrarre il gas dai fondali demolendo l’ecosistema sottostante, facendo breccia tra la sabbia e le rocce, inquinando l’oceano. L’impegno ambientalista delle icone americane ha già convinto l'estate scorsa il Governatore Cuomo a desistere dall’iniziativa. La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha già votato, fortunatamente, una sospensione di due anni, che però deve essere confermata sia dal senato che dal Governatore. Il video-appello conta anche su un recente studio dell'università di Stanford pubblicato da Energy Policy. Gli studiosi – che hanno quantificato gli impianti di energia rinnovabile necessari per fornire elettricità alla popolazione – dichiarano che l'obiettivo sarebbe raggiungibile entro il 2030 e risparmierebbe 4mila morti e molti miliardi di dollari di danni dovuti all'inquinamento.
 
Fonte: Ansa
 
 

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter