Legno, materiale più “eco” per gli operatori dell’edilizia

I costruttori preferiscono il legno e il laterizio. Lo afferma il primo rapporto Made “Costruire sostenibile è possibile, ma…” realizzato da Edilportale in collaborazione con Agorà. Dai 9000 questionari raccolti tra il 2011 e il 2012,  risulta che per gli intervistati la soluzione costruttiva più sostenibile è il legno per il 94,1%, il laterizio per il 92,9%, il calcestruzzo per il 91%o e lacciaio per l'86,7%.
 
Le soluzioni strutturali in legno vengono considerate le più adatte in tema di efficienza energetica nella maggior parte delle regioni, in particolare in Toscana, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Non stupisce la scelta dell'Abruzzo dopo il terremoto che l'ha colpito nel 2009. Scelgono il legno anche Umbria, Marche e Campania. Mentre il laterizio è scelto dai costruttori del Lazio, Puglia e Liguria, ma anche in Friuli, Sardegna e Sicilia.
Cresce l'attenzione degli operatori verso i nuovi materiali, destinati a migliorare le prestazioni, e aumenta il consenso a perseguire soluzioni sul modello della ''casa passiva''. Oltre il 55% indica nei nuovi materiali il fattore più efficace a consentire il raggiungimento di sempre migliori risultati in termini di efficienza energetica. Rispetto al totale delle domande, i nuovi materiali rappresentano oltre un quarto (25,5%) del totale. Al secondo posto troviamo la casa passiva, che viene indicata dal 44,2% del totale dei partecipanti all'indagine e che corrisponde a un 20,3% del totale delle risposte acquisite.
La percentuale dei rispondenti che indica gli impianti come elemento strategico oscilla tra il 36,6% (raffreddamento) e il 40,5% (riscaldamento). Poco più di un quarto dei rispondenti segnala il cappotto isolante. Ancora limitato risulta l'orientamento a considerare la domotica un fattore di particolare rilevanza nel raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico: il 6,7% delle risposte per un 14,5% di segnalazioni.
Per quanto riguarda la casa passiva la percentuale più elevata di risposte si riscontra in Abruzzo, con oltre il 25%. Percentuali elevate anche in Friuli (23%). L'incidenza più bassa si ritrova in Sardegna e Sicilia (al di sotto del 15%). In Friuli è superiore alla media anche il dato relativo al cappotto isolante: 16% contro il 12%. Confermata l'attenzione ai temi della sostenibilità e alla gestione passiva della casa in Puglia, anche come effetto di politiche regionali avanzate e dirette a favorire queste soluzioni. Il dato sull'Abruzzo si lega invece alla maggiore attenzione per i temi della sostenibilità, per soluzioni provenienti dal Nord Europa e in legno, sviluppatisi dopo il terremoto del 2009.
 
Fonte: Adnkronos
 
<p>Oltre a informazioni sul rapporto made, edilportale, materiali eco su Effetto Terra puoi trovare informazioni su efficienza energetica, casa passiva e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter