Nuove etichette energetiche

Da fine dicembre sono in vigore in tutta la Comunità Europea i nuovi regolamenti sull’etichettatura degli elettrodomestici. Quattro regolamenti che definiscono struttura e contenuti delle nuove etichette energetiche per lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, frigocongelatori, lavatrici e televisori individuando ulteriori tre classi di efficienza energetica, rispetto alle attuali.

Non solo più classi energetiche classificate dalla A alla G, ma anche A+, A++, A+++, accompagnati da una scala di colori che dal rosso degrada al verde scuro per indicare i prodotti, dai più “onnivori di energia” ai più efficienti.
Una novità rispetto al passato, che allarga l’obbligo dell’etichettatura oltre ai grandi elettrodomestici ed a tutti i prodotti che consumano energia, anche a quelli connessi al consumo di energia. In futuro, dunque, l'etichetta energetica potrà essere apposta anche su, decoder, lettori CD e DVD, ecc., oppure sulle finestre - in quanto prodotto connesso al consumo di energia. Un modo chiaro per orientarsi sui consumi energetici della maggior parte delle apparecchiature con cu si viene a contatto e di cui “ci serviamo” quotidianamente e per dare maggiori informazioni ai consumatori per scegliere in modo più consapevole. Come sottolinea un comunicato dell’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) “… le etichette energetiche ed ambientali sono un valido strumento per riconoscere i prodotti energeticamente efficienti e sostenibili per l'ambiente. L'etichetta energetica, introdotta in Europa sin dal 1992 per i soli apparecchi domestici, ha in effetti dimostrato di essere uno strumento semplice ed estremamente efficace a disposizione dei consumatori”...
La direttiva ed i 4 regolamenti attuativi definiscono forma e contenuti delle rinnovate etichette energetiche, che diventano molto più precise ed accurate e che non potranno contenere più di sette classi energetiche, a meno che più classi siano ancora necessarie a qualificare lo specifico prodotto. Per televisore, lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, frigocongelatori e lavastoviglie le etichette dovranno indicare nome o marchio del fornitore; modello dell'apparecchio; classe di efficienza energetica; consumo annuo di energia (AEC) espresso in kWh/anno.
Nello specifico:

  • Lavastoviglie - Regolamento n. 1059/2010: consumo annuo di acqua (AWC) espressa in litri/anno; classe di efficienza di asciugatura; emissioni di rumore aereo espresse in dB(A) re 1 pW.
  • Frigoriferi, congelatori, frigocongelatori - Regolamento n. 1060/2010: somma del volume utile di tutti gli scomparti senza stelle (ossia con temperatura di funzionamento > – 6 °C); somma del volume utile di tutti gli scomparti per la conservazione di alimenti congelati (ossia con temperatura di funzionamento ≤ – 6 °C); emissioni di rumore aereo, espresse in dB(A) re1 pW.
  • Lavatrici - Regolamento n. 1061/2010: consumo annuo ponderato di acqua (AWC) espresso in litri/anno; capacità nominale, espressa in kg, per il programma standard a pieno carico per tessuti di cotone a 60 °C o a 40 °C, a seconda di quale valore sia inferiore; classe di efficienza della centrifuga; emissioni di rumore aereo, espresse in dB(A) re 1 pW, durante le fasi di lavaggio e centrifuga per il programma standard per tessuti di cotone a 60 °C a pieno carico.
  • Televisori - Regolamento n. 1062/2010: consumo di energia in modo acceso espresso in Watt; consumo annuo di energia in modo acceso espresso in kWh/anno; diagonale dello schermo visibile, sia in centimetri che pollici.

Direttiva europea: www.nextville.it/normativa/1032/

Fonte: Ansa, Nextville

Oltre a informazioni su<strong> etichette energetiche,</strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su risparmio energetico, consumo consapevole, consumi, efficienza energetica, frigorferi, televisori, lavastoviglie, lavatrici, congelatori e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

Contenuti più visti

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter