Rinnovabili. Via libera al V Conto Energia

Via libera definitivo, con la firma dei Ministri dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, dell’Ambiente, Corrado Clini, e dell’Agricoltura, Mario Catania, ai due decreti ministeriali che definiscono i nuovi incentivi per l’energia fotovoltaica (cd. Quinto Conto Energia) e per le rinnovabili elettriche non fotovoltaiche (idroelettrico, geotermico, eolico, biomasse, biogas).
 
Con un comunicato il Ministero dello Sviluppo Economico ha fatto sapere che “Il nuovo regime permetterà di raggiungere e superare gli obiettivi europei delle energie rinnovabili attraverso una crescita virtuosa, basata su un sistema di incentivazione equilibrato e con forti ricadute sull’economia italiana tale da ridurre l’impatto sulle bollette di cittadini e imprese. I Decreti pongono le basi per uno sviluppo ordinato e sostenibile delle energie rinnovabili, allineando gli incentivi ai livelli europei e adeguandoli agli andamenti dei costi di mercato delle tecnologie (calati radicalmente nel corso degli ultimi anni). Si introduce inoltre un sistema di controllo e governo dei volumi installati e della relativa spesa complessiva (aste per impianti grandi e registri per impianti di taglia media)”.
Nonostante  l’appello delle Associazioni di categoria, i testi finali dei due decreti non si discostano troppo dalle posizioni iniziali. Vediamo qualche particolare.
 
QUINTO CONTO ENERGIA
Il V Conto Energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento della soglia dei 6 miliardi di incentivi per il fotovoltaico. Tale soglia verrà individuata dall’AEEG (Autorità per l’energia elettrica e il gas) e dai dati del contatore fotovoltaico potrebbe essere raggiunta nei primi di settembre. Lo stesso Conto Energia cesserà dopo 30 giorni solari dal raggiungimento di un costo indicativo cumulato di 6,7 miliardi di euro l’anno (il costo massimo degli incentivi è fissato a 700 mln €/anno). Anche tale data sarà comunicata dall’AEEG.
L’accesso “diretto” alle tariffe incentivanti, senza obbligo di iscrizione al registro, viene elevato da 12 a 20 kW. Sono esonerati dall’obbligo di iscrizione anche:
a) impianti fotovoltaici di potenza fino a 50 kW realizzati su edifici con moduli installati in sostituzione di coperture su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto;
b) impianti fotovoltaici di potenza fino a 12 kW, inclusi gli impianti realizzati a seguito di rifacimento, nonché i potenziamenti che comportano un incremento della potenza dell'impianto non superiore a 12 kW;
c) i potenziamenti che comportano un incremento della potenza dell'impianto non superiore a 12 kW;
d) impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative fino al raggiungimento di un costo indicativo cumulato degli incentivi degli incentivi di 50 ML€;
e) impianti fotovoltaici a concentrazione fino al raggiungimento di un costo indicativo cumulato degli incentivi di 50 mln€;
f) impianti fotovoltaici realizzati da Amministrazioni pubbliche mediante con procedure di pubblica evidenza, fino al raggiungimento di un costo indicativo cumulato degli incentivi di 50 ML€;
g) gli impianti fotovoltaici di potenza superiore a 12 kW e non superiore a 20 kW, inclusi gli impianti realizzati a seguito di rifacimento, nonché i potenziamenti che comportano un incremento della potenza dell'impianto non superiore a 20 kW, che richiedono una tariffa ridotta del 20% rispetto a quella spettante ai pari impianti iscritti al registro.
Per tutti gli altri impianti fotovoltaici sono previsti appositi registri in base ai costi indicativi annui degli incentivi. La graduatoria sarà a cura del GSE (Gestore dei Servizi Elettrici). Per accedere alle tariffe incentivanti, gli impianti devono entrare in esercizio entro un anno dalla data di pubblicazione della graduatoria. Per informazioni dettagliate sull’erogazione delle tariffe incentivanti si riporta al sito del GSE
 
Fonti: GSE; Ministero Sviluppo Economico; AEEG; portedilo.it
 
 
<p>Oltre a informazioni su <strong>conto energia, energie rinnovabili, decreto rinnovabili elettriche, rinnovavabili elettriche </strong>su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su fotovoltaico, energia fotovoltaica, v conto energia, quinto conto energia e puoi iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter