Giornata del Panorama

È organizzata per domenica 18 settembre 2016 la terza edizione della “Giornata del Panorama”, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e da Fondazione Zegna, e quest’anno interesserà alcuni tra i più suggestivi e iconici paesaggi d’Italia, ovvero quelli che si godono da Podere Case Lovara a Punta Mesco, Levanto (SP), dal Castello e Parco di Masino a Caravino (TO) e dall’Oasi Zegna a Trivero (BI).

L’iniziativa nasce dalla stretta collaborazione tra Fondazione Zegna e FAI nell’ambito di un progetto volto al rispetto della natura, dell'arte, della storia e delle tradizioni, patrimonio fondamentale delle nostre radici e della nostra identità.
Per tutto il giorno si potrà partecipare agli itinerari tra terra e cielo organizzati nel promontorio di Punta Mesco, nel cuore del Parco Nazionale delle Cinque Terre, dove il bene del FAI Podere Case Lovara – aperto al pubblico a giugno di quest’anno - rappresenta un modello di restauro paesaggistico che permette di scoprire sorprendenti scorci e maestosi paesaggi.
Tra gli itinerari piemontesi, il Castello e Parco di Masino regala una splendida vista su uno dei più importanti patrimoni ambientali del continente: l’Anfiteatro Morenico della Serra d’Ivrea, formazione geologica tra le più grandi in Europa e unica nel suo genere. In collaborazione con l’Ecomuseo AMI (Anfiteatro Morenico d’Ivrea), dalla splendide terrazze del Castello di Masino – conosciuto fin dall’antichità come “il belvedere del Canavese” – si potrà apprendere la storia di questi luoghi, attraverso un percorso che si snoda dal borgo di Masino al giardino monumentale del maniero. Dalla balconata all’ingresso del castello, si potrà intraprendere un percorso a tappe tra i vari punti di osservazione presenti nel parco. In compagnia di un’archeologa si andrà quindi alla scoperta del masso erratico della Pera Cunca attraverso i sentieri che si diramano dal castello (percorso di circa 45 minuti).
Sono previsti dei percorsi dedicati ai bambini per osservare, dal loro punta di vista, il paesaggio, realizzati a cura dell’Ecomuseo Paesaggio Orizzonte Serra di Chiaverano, mentre grazie all’azienda agricola La Cascinassa, si potranno scoprire tutte le fasi di lavorazione della tradizionale coltura canavese della canapa, dal seme alle diverse tipologie di pianta, fino alla macina e ai prodotti che possono derivarne.
L’itinerario dell’Oasi Zegna (bene patrocinato FAI) prenderà avvio dall’info point del Bocchetto Sessera, da qui ci si potrà incamminare lungo uno dei percorsi organizzati per l’occasione come ad esempio “Il Bosco del Sorriso suona”, facile sentiero di 4,8 km che dal Bocchetto Sessera conduce all’Eremo di Maria, per poi tornare al punto di partenza lungo il Sentiero del Sorriso. Lungo il tragitto, i musicisti della Filarmonica del Teatro Regio di Torino accompagneranno la passeggiata con brani eseguiti al violino, alla viola e al contrabbasso, mentre i “folletti” intratterranno il pubblico con le Fiabe del Bosco. Tra gli altri itinerari quello “Lungo la Valle Cervo”, che conduce al Santuario di San Giovanni d’Andorno attraversando Poggio Bruera, Sassaia con il suo caratteristico piccolo borgo, Forgnengo e le incisioni dell’antico “gioco dell’orso” e Rosazza con la Casa Museo.
Inoltre, fino al 30 ottobre 2016 a Casa Zegna sarà possibile visitare la mostra “Aria buona di montagna”, che racconta l’evoluzione della colonia alpina inaugurata nel 1952 per i figli dei dipendenti dell’industria biellese nei moderni summer camp dell’Oasi Zegna.

Fonte: www.fondoambiente.it, www.oasizegna.com


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter