Biodiversità e ricerca scientifica “made in Italy”

“Biodiversamente: il festival dell’ecoscienza”. Si chiama così la manifestazione organizzata dal WWF Italia, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici che è arrivata alla sua terza edizione. Il 27 e 28 ottobre 2012 in tutta Italia saranno aperti gratuitamente alcuni musei scientifici per scoprire i segreti della biodiversità italiana.
 
L’edizione 2012 sarà dedicata alle Alpi, la più importante riserva d’acqua naturale in Europa, basti pensare che i più grandi fiumi come il Reno, il Rodano e in Italia il Po nascono proprio dalle loro pendici; area fondamentale per l’equilibrio ecologico, formata da 1200 chilometri di valli e vette, dove la biodiversità ha numeri da record. 30.000 specie animali, tra cui alcune come l'orso bruno, lo stambecco, il camoscio, il lupo, la lince e l'aquila reale, ne sono divenute man mano il simbolo, in tutto 20.000 fammiglie di invertebrati, 200 di uccelli nidificanti, 80 di mammiferi, 80 di pesci, 21 di anfibi, 15 di rettili. Fauna, ma anche flora, sono 13.000 le specie vegetali, di cui gran parte endemiche, tra cui oltre 5.000 tipi di funghi, 4.500 di piante vascolari ovvero il 39% della flora europea e di queste l’8% vive solo qui, 2.500 di licheni, 800 di muschi e 300 epatiche che trovano rifugio tra le rocce alpine.
Habitat unico che il turismo di massa, l’agricoltura insostenibile, le reti stradali, le dighe ed i cambiamenti climatici minacciano di compromettere sempre più ogni anno che passa. Per questo il WWF lavora da anni per coinvolgere soprattutto le comunità locali, tentando di far leva sulla qualità della vita e dell’ambiente, anziché su uno “sviluppo” mirato esclusivamente al profitto economico di pochi, causa di scempi e danni irreparabili. Attività che passano anche attraverso l’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, come nel caso di “Biodiversamente: il festival dell’ecoscienza”.
Dedicati alla conservazione della biodiversità alpina, quest’anno, anche la settima edizione del “Panda d’Oro” e le borse di studio 2012 che verranno assegnate in occasione dell’evento.
Per valorizzare le tante buone pratiche già in atto in questo prezioso ambiente il WWF lancia quindi la competizione e chiede a tutti gli enti (Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane, Enti Parco, Consorzi di bonifica, Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente, Fondazioni e società private) di candidarsi al premio per una delle cinque categorie previste: habitat, consumo del suolo, specie (orso, lupo e lince), acqua e turismo.
 
Consulta il programma
 
Per maggiori informazioni sull’evento www.wwf.it/biodiversamente
 
 
// ]]>
<p>Oltre a informazioni su<strong> biodiversamente, festival ecocoscienza, </strong>su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su wwf italia, alpi, ambiente alpino, habitat alpi, panda d'oro, puoi iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter