Il Bike Pride e' la parata dell'orgoglio ciclistico

Domenica 3 giugno a Torino, giornata mondiale dell’ambiente e conclusione del festival Smart Cities, si è svolta la parata di biciclette e di mezzi ecologici del Bike Pride. Un percorso di 9 km che ha tocchato per la prima volta Torino Nord, una parte della città che ancora deve aprirsi alla mobilità sostenibile.
 
Partenza alle 15 dal parco del Valentino, arrivo alle 17 in Piazza Castello, passando per corso San Maurizio, corso Regina, via Cigna, piazza Solferino e via Roma. Due ore di festa sulle due ruote, conclusasi al Parco del Valentino con una Woodstock musicale e ciclistica presso l'area attrezzata del Kalippo, animata da numerosi concerti e dj-set.
Parata dell'orgoglio ciclistico, colorata ed estranea da simboli politici, il Bike Pride nasce per festeggiare le biciclette e rivendicare una città sempre più a misura di ciclista!
Sovvertendo ogni pronostico, in questa edizione la città di Torino ha dimostrato di essere anche la città delle due ruote, non solo, e sempre di meno, dell'auto. Nelle due edizioni precedenti, più di 10.000 cittadini hanno inondato la città di biciclette e altri mezzi ecologici. La grandissima partecipazione del 2012, ha sancito un momento di non ritorno per la città, dove mobilità sostenibile, sicurezza stradale, ridistribuzione degli spazi a favore della ciclo-pedonalità, qualità della vita, sono diventate istanze che non possono più essere ignorate o sottovalutate.
Le strade di Torino Nord per due ore sono state aperte allo stormo ciclante di Grazielle, Olandesine, Mountain Bike, bici modificate, monocicli, carretti, e ogni tipo di mezzo a pedale, come per esempio triciclo, risciò, skate, pattini.
Un'iniziativa apartitica, aperta all’intera cittadinanza in bicicletta e a tutte le fasce di età, con la partecipazione di una fitta rete di associazioni culturali e di promozione sociale, gruppi di cicloamatori, musicisti e artisti, insieme per diffondere un’idea di mobilità sostenibile e di socialità urbana, per manifestare il proprio orgoglio di mezzo non inquinante, economico, veloce, non invasivo, e per ricordare alla città che la bicicletta rimane il mezzo tecnologicamente e pragmaticamente migliore per muoversi nel tessuto urbano. Dando l'esempio di come potrebbe essere la città ogni giorno se la bicicletta divenisse il mezzo più usato negli spostamenti urbani. La bicicletta non è solo uno sport o un hobby: noi siamo il traffico!
 
Guarda il video e la fotogallery su Easybike
 
Su EasyBike il portale delle due ruote in Piemonte, puoi trovare altre informazioni sull'uso della bici a Torino e in Piemonte.
 

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter