Mobilità sostenibile nelle scuole della Provincia di Torino

Da Torino una risorsa per la Prima Conferenza nazionale della Bicicletta. Accordo tra ANCI e Provincia per le scuole di 40 comuni. Il protocollo d’intesa prevede incontri e l’individuazione degli interventi urbanistici necessari per favorire  una mobilità sostenibile delle aree intorno ai plessi scolastici.

La Provincia di Torino ha appena firmato (martedì 6 novembre) un protocollo d’intesa "per la promozione della mobilità sostenibile a partire dalle aree intorno ai plessi scolastici", con l'ANCI e 40 Comuni. Tre gli obiettivi principali perseguiti nell’accordo, che vengono posti al centro della riflessione, incidere sui pesanti impatti ambientali, sulla salute e sull’economia che hanno i trasporti privati su strada. Coinvolgendo scuole di ogni ordine e grado, almeno una per comune con due classi, per un totale di circa 2000 alunni, si vuole, attraverso incontri di informazione e di educazione, proporre la "buona pratica" del percorrere a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici il tragitto casa-scuola. Una firma voluta e cercata attraverso un tavolo di concertazione avviato nel 2006 da Provincia di Torino e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), all’interno di Agenda 21, il piano d'azione per uno sviluppo locale più sostenibile, equo e rispettoso dell'ambiente. Non solo uno strumento divulgativo, ma anche azioni concrete, perchè i comuni e le scuole sono chiamati ad intervenire e cooperare per individuare gli interventi urbanistici necessari, primo passo per dar vita ad un manuale tecnico. Uno strumento che in futuro potrà facilitare il compito ad eventuali altri comuni che vorranno aderire. Limitando l’uso di mezzi motorizzati privati, si cercherà di diminuire l’inquinamento nelle aree urbane del torinese, dove  l’automobile viene utilizzata per il 75% dei km percorsi nelle conurbazioni e produce il 10% delle emissioni totali di CO2, fornendo al contempo risposte in merito alla sicurezza stradale. A fronte della diminuzione degli spostamenti effettuati col mezzo pubblico rispetto al dato complessivo (-3,9% dal 2002) la messa in sicurezza delle aree intorno agli edifici scolastici e l’individuazione di percorsi casa-scuola sicuri, possono diventare un’opportunità privilegiata da cui partire per riflettere su una mobilità sostenibile e di prevenzione in materia di incidenti stradali.

Un accordo che si muove in direzione di quanto sollecitato dal Ministro per l’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio in questi giorni: “A Milano, il prossimo novembre (9-11/11/2007) in occasione della Conferenza inbici, vogliamo confrontarci a tutto campo con le esperienze più avanzate a favore della mobilità sostenibile esistenti ... e proporre un sistema integrato di interventi che incentivi l’utilizzo dei mezzi pubblici, riduca la pressione del trasporto privato e favorisca la mobilità dolce, in primo luogo proprio la bicicletta. Il successo della Conferenza ci rafforzerà nel chiedere – e ottenere – misure sempre più efficaci a favore delle due ruote ecologiche” .

Prima Conferenza Nazionale della bicicletta

Elenco dei Comuni firmatari: Alpignano, Avigliana, Banchette, Borgofranco d'Ivrea, Borgone Susa, Brandizzo, Bricherasio, Bruino, Bussoleno, Carignano, Carmagnola, Chianocco, Chieri, Chivasso, Ciriè, Collegno, Condove, Germagnano, Giaveno, Grugliasco, Ivrea, Lombriasco, Luserna San Giovanni, Montalto Dora, Nichelino, Orbassano, Pavone Canavese, Pianezza, Pessinetto, Pinerolo, Pino Torinese, Rivalta, Rivoli, Sant'Antonino di Susa, San Giorgio Canavese, Settimo Torinese, Torre Pellice, Vaie, Venaria e Villastellone.

Alcuni dati: http://www.provincia.torino.it/speciali/mobilita_scuole/pdf/dati_utili.pdf 

Fonte: Provincia di Torino, Provincia di Milano


Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter