Turismo Sostenibile ed Ecoturismo

Presentato alla Bit, l’annuale esposizione sul turismo, della Fiera di Milano, il "Rapporto Turismo Sostenibile ed Ecoturismo", voluto dalla Fondazione Univerde, evidenzia come l'83% degli italiani ritenga il turismo sostenibile una necessità ed il 65%, sia preoccupato dai danni che si possono procurare all'ambiente con gestioni e pratiche di turismo poco attente ad ambiente e persone.

''Sono milioni gli italiani e gli stranieri interessati al turismo sostenibile e all'ecoturismo – ha affermato Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione Univerde - e anche nel turismo la green economy è la vera opportunità contro la crisi economica''. Finalmente, ''si è diffusa la consapevolezza che il turismo deve essere sostenibile''.
Dal rapporto emerge, infatti, che il 56% degli italiani sarebbe disposta a pagare un prezzo maggiore per  strutture alberghiere più sostenibili.
Questi dati sono solo alcuni dell’indagine svolta da IPR Marketing, che ha intervistato attraverso un questionario strutturato 1000 cittadini italiani, disaggregati per sesso, età e area di residenza, nel febbraio 2011. L’elaborazione delle interviste, effettuate in tempo reale, ha dato vita ad un report suddiviso in tre parti. La prima inerente la tipologia del turista e le sue preferenze in ambito eco turistico, la seconda e la terza più specifiche sui livelli di conoscenza del turismo e delle pratiche responsabili da parte degli intervistati.
Sono così emersi alcuni dati molto interessanti, ad esempio a livello generale ad associare il turismo all’arricchimento culturale sono soprattutto le donne (43%) e le  persone con più di 54 anni (46%), mentre i giovani, in misura superiore alla media, associano al turismo l’idea di esplorazione, svago e relax (48%). Sempre i giovani però, se gli si chiede quanto il turismo può essere dannoso per l’ambiente, evidenziano una maggiore preoccupazione rispetto ad altre “classi d’età”, il 61% contro il 45% della media. Sugli aspetti per cui il turismo danneggia l’ambiente per i giovani la medaglia d’oro spetta all’inquinamento, mentre sono la costruzione selvaggia e la speculazione edilizia il fattore più incisivo per i 35-54enni, e l’eccessivo affollamento di alcune aree in alcuni periodi dell’annomentre per gli over 54enni.
Le ultime considerazioni riguardano le diverse visioni, in base all’età, del fenomeno e del futùuro del turismo responsabile, che si possono intuire dal trend mostrato dalle risposte a due domande. La prima poneva l’accento sull’idea di turismo eco sostenibile, chiedendo agli intervistati di associare a questo termine alcuni aggettivi, ebbene tra i giovani percentuali superiori alla media si sono registrate per “utopico”, mentre tra gli over 54enni per “di moda”. Infine risultano più ottimisti gli uomini rispetto alle donne (73 rispetto a 58%) e gli over 54 rispetto alle altre categorie di età (71%). I giovani, seppur risultati “ecosensibili”, e “evoluti” nelle proprie scelte pro ambiente, non sono ottimisti rispetto al futuro e infatti in quote superiori alla media ritengono che la situazione rimarrà uguale (27%).

Fonte: Fondazione Univerde, ANSA

Oltre a informazioni s<strong>u turismo sostenibile,</strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su ecoturismo, turismo responsabile, ambiente, turismo e iscriverti a <a href="http://www.effettoterra.org/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="http://www.effettoterra.org/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="http://www.effettoterra.org/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="http://www.effettoterra.org/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche."

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter