Fondi per aprire Eco point

Mi rivolgo al vostro sportello per chiedervi delle informazioni riguardo ad un’iniziativa che io ed una mia amica avremmo in progetto. Entrambe viviamo nella cintura torinese. Saremmo interessate ad aprire un "eco-point", una sorta di negozio di piccole-medie dimensioni dedicato ai prodotti ecologici puntando in particolare sui distributori di detersivi "alla spina". Sappiamo che a Torino alcuni centri commerciali si sono attrezzati in tal senso ma pensiamo che ci sia ancora molto terreno su cui lavorare e su cui investire. Ciò di cui avremmo bisogno è di sapere se esistono dei fondi da poter chiedere, a chi ci si può rivolgere e in linea generale se ci sono dei requisiti minimi necessari per aprire attività come queste.

Vi ringrazio anticipatamente per la vostra preziosa collaborazione.

Inviato in

Inviato da Anonimo il 13 febbraio, 2009 - 15:48

Gianmauro Brondello | 13 febbraio, 2009 - 15:49

Per poter aprire un eco – shop, non esistono al momento finanziamenti specifici, però sicuramente potete accedere alle opportunità offerta da Regione e Provincia per avviare un’attività in proprio, dove studi di fattibilità, consulenze e tutoraggi sono previsti, mentre per l’acquisto di macchinari ed altre spese, possono essere erogati finanziamenti a seconda dell’occupazione.

Troverà esaurienti risposte e riferimenti al seguente indirizzo web:

Sportello MIP – Mettersi In Proprio della Provincia di Torino
http://www.mettersinproprio.it/leggi.php

In merito alla distribuzione dei detersivi alla spina, invece il discorso è un po’ più articolato. Attualmente la Regione finanzia il progetto GDO - Grande Distribuzione Organizzata, coordinato dall’istituto di ricerca Ecologos di Torino. Dopo i detergenti sarà la volta di un nuovo prodotto disimballato (scelto in base alle esigenze dei cittadini), per arrivare a creare un’offerta che andrà dalla pasta ai legumi sfusi, con l’obiettivo ultimo di disimballare, in cinque anni, i negozi.

Naturalmente il Progetto Riducimballi (che ha sperimentato un servizio di distribuzione attraverso un furgone) privilegia o grande catene distributive o Enti locali, ma alcune sperimentazioni sono in atto (veda sopra), pertanto le consigliamo di contattare i seguenti riferimenti, disponibili a qualsiasi delucidazione (dica pure che ha contatto Effetto Terra, che le ha consigliato appunto un contatto diretto con lloro):

www.riducimballi.it

Ecologos - Ente di ricerca ambientale applicata
Sede legale: Via Mongrando 38
10153 Torino - tel-fax: 011-19707846
www.ecologos.it

Infine provare a contattare direttamente la Regione potrebbe essere utile in quanto la stessa tra le tante svolge l' attività di programmazione ed indirizzo in materia rifiuti tramite l'adozione di differenti strumenti tra i quali merita ricordare: la predisposizione di criteri tecnici, finanziari e procedurali per la concessione di contributi.

Programmazione Gestione Rifiuti - Direzione Ambiente - Regione Piemonte
http://extranet.regione.piemonte.it/ambiente/rifiuti/camp_detersivo.htm
Via P. Amedeo, 17 - 10123 TORINO - Tel. 0114324498 - Fax 0114324483
e-mail settore.rifiuti@regione.piemonte.it

Naturalmente vi sono poi alcune altre possibilità come l’apertura di punti equo-solidali, o il recente avvio di gruppi d’acquisto collettivo, che però hanno uno spazio per distribuzione merce e raccolta di adesioni e richieste. Tenendo conto che la Regione nella propria recente Finanziaria prevede agevolazioni per attività di filiera corta.

http://www.effettoterra.org/documenti/consumi_consapevoli/approfondimenti/piemonte_dai_gruppi_d_acquisto_solidale_a_quelli_collettivi_un_alternativa_al_supe
http://www.altromercato.it/it/informazione/

Le auguriamo buona fortuna.
http://www.effettoterra.org/mercato

»

Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter