CinemAmbiente

Si svolge a Torino, da oggi 6 ottobre sino all’11, la 18° edizione di CinemAmbiente, il festival che per primo in Italia ha presentato e promosso il cinema ambientale. La rassegna prevede la proiezione di 90 film, selezionati tra  gli oltre 1000 arrivati  da tutto il mondo, e tra i quali la giuria sceglierà i vincitori.
 
Sei le sezioni totali del festival di cui tre competitive che sono: Concorso Internazionale Documentari, Concorso documentari Italiani, Concorso Internazionale One Hour. Il film di apertura sarà “10 Billion-What’s on Your Plate?” del tedesco Valentin Thur che pone il quesito di cosa mangeremo nel 2050 quando la popolazione mondiale arriverà a 10 miliardi.
Numerose le anteprime italiane, come “La glace et le ciel” di Luc Jacquet e l’atteso “Bikes vs Cars” di Fredrik Gertten. Spazio anche al doc “How to Change the World” di Jerry Rothwell su Bob Hunter, fondatore di Greenpeace.Oltre ai film in programma l'Archivio Nazionale del Cinema d'impresa presenterà una selezione di film industriali sul tema del cibo e la sezione fuori concorso si dedicherà a pellicole incentrate sull’alimentazione.
Quest’anno le date del festival sono state spostate da giugno ad ottobre per aderire a “Nutrire la città”, un progetto della Città di Torino in collaborazione con il Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale. Il festival è stato incluso nel cartellone Expo2015, collocazione  che ha spinto gli organizzatori a inserire nell’evento la dimensione del  “nutrimento”, tema portante di Expo2015.
CinemAmbiente Lab è il laboratorio organizzato in collaborazione con l’Associazione Documentary in Europe che si svolgerà dal 9 all’11 ottobre nella prestigiosa sede della Scuola Holden. Il workshop vuole fornire gli strumenti per sviluppare al meglio l'idea di un film ambientale e per accedere al mondo della produzione di documentari green, oltre a fornire informazioni e consigli su fondi regionali, bandi europei, festival, distribuzione alternativa e molto altro.
Grazie alla partecipazione di registi e produttori italiani e internazionali il laboratorio si presenta come un momento di crescita professionale con il principale obiettivo di valorizzare i progetti dei partecipanti e prepararli alla fase di produzione.
Tra i tanti eventi collaterali ricordiamo quelli  organizzati dal MAcA (Museo A come Ambiente) e dedicati ai più piccoli, sono infatti previsti dei laboratori che utilizzando materiali di recupero costruiranno un grande e colorato mandala di plastica o che insegneranno ai bambini ad allestire un orto portatile utilizzando vaschette bio. Per il programma completo degli eventi del MAcA www.acomeambiente.org.
 
Fonte: cinemambiente.it, FilmTv
 
 
<p>Oltre a informazioni su<strong><em> cinemambiente 2015, festival cinemambiente 2015, cinemambiente torino </em></strong><strong><em></em></strong><strong><em></em></strong>su Effetto Terra puoi trovare informazioni su cinema e ambiente, documentari ambiente, ecoazione, eco azione a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter