Sandgrains. Il lungometraggio sugli effetti locali della pesca globale

Un messaggio forte contro la distruzione dei mari arriva a Bruxelles. Il documentario denuncia il saccheggio del mare di Capo Verde. La storia racconta di un pescatore di Capo Verde che ritorna nel suo villaggio dopo 20 anni.
 
Il documentario lancia un addolorato appello contro la devastazione della “pesca globale”. Nel film il giovane Zè, dopo avere lasciato Capo Verde per emigrare in Svezia, ritorna al suo paese e trova il suo villaggio completamente cambiato, radicalmente diverse le condizioni di vita. La famiglia di Zè per vivere, in mancanza della pesca, estrae sabbia dal fondo dell'oceano per venderla come cemento. Una denuncia che arriva fino al parlamento europeo, un appello accorato per riformare una devastante e fallimentare politica della pesca industriale. "Sandgrains", di Jordie Montevecchi e Gabriel Manrique, è stato realizzato grazie a una campagna di crowdfunding e crowdsourcing concepita dal Matchbox Media Productions UK, collettivo multimediale Matchbox Media. La storia ci porta, attraverso immagini suggestive, dall'Africa ai corridoi del Parlamento dell'UE nei quali è in corso un tentativo di riformare la fallimentare industria della pesca.
 
 
Fonte: sandgrains.org
 
 

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter