Energia nucleare

Energia nucleare

Definizione

Il termine energia nucleare indica tutti quei fenomeni in cui si scaturisce l’energia in seguito a trasformazioni nei nuclei atomici. Il nucleo dell’uranio si divide in due nuclei più piccoli tramite un processo detto di fissione nucleare durante il quale si genera energia e altri neutroni che, a loro volta, continueranno a far dividere i nuclei di uranio dando luogo alla famosa reazione a catena nucleare. L’energia nucleare è una fonte di energia primaria, che si trova in natura e non deriva dalla trasformazione di altra forma di energia. Molti paesi, compresa Italia, la considerino una fonte rinnovabile, recentemente la Commissione europea si è espressa affermando che il nucleare non è considerabile come rinnovabile.

Nelle centrali nucleari l’energia scaturisce dal bombardamento dell’uranio con neutroni. Nelle reazioni di fissione (sia spontanea, sia indotta) nuclei di atomi con alto numero atomico (pesanti) come, ad esempio, l’uranio, il plutonio e il torio si spezzano producendo nuclei con numero atomico minore, diminuendo la propria massa totale e liberando una grande quantità di energia.
In Italia la produzione di energia elettrica da fonte nucleare risale ai primi anni sessanta (nel 1966 la nostra nazione figurava come il terzo produttore al mondo dopo Stati Uniti d’America e Inghilterra). La prima centrale elettronucleare italiana venne realizzata a Latina, un impianto con un unico reattore di tipo Magnox da 160 MWe( Mega Watt ora) lordi che, una volta ultimato il 12 maggio 1963, ne rappresentava l’esemplare più potente a livello europeo. Otto mesi più tardi fu approntata quella di Sessa Aurunca. Tutto cambiò con l’incidente di Černobyl del 1986 che portò l’Italia a indire l’anno successivo tre Referendum nazionali sul settore nucleare dove l’80% dei votanti si espresse a favore delle istanze portate avanti dai promotori.
La comunità scientifica internazionale da più di un decennio sta progettando la realizzazione  di reattori nucleari di IV generazione. Le previsioni per il loro futuro sviluppo sono incerte si parla del 2030/2040, i più ottimisti ragionano sul 2020.
Cosa sono i reattori a fissione di IV generazione. Dei 439 reattori nucleari attivi nel mondo la quasi totale maggioranza è di I e II generazione e solo qualcuno in Asia di III generazione.
Un reattore di IV generazione dovrebbe sostanzialmente ottemperare ad otto fondamentali regole: -Non immettere nell’ambiente alcun inquinante. -Avere una lunga vita media (superiore ai 30 anni). -Avere elevato rendimento di consumo del combustibile fissile. -Minimizzare la produzione di scorie radioattive. -Una sicurezza intrinseca tale da rendere inutile qualsiasi piano di evacuazione per incidenti. -Non originare sottoprodotti che diano luogo a proliferazione nucleare a scopo militare. -Produrre scorie con tempi di dimezzamento più bassi di quelli attuali. -Produrre energia elettrica a costi competitivi con le altre fonti.
In Italia si sta pensando di ritornare al nucleare. E’ stata approvata la cosiddetta “Strategia energetica nazionale” ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112. Il Progetto prevede che vengano costruiti almeno 4 reattori di terza generazione entro il 2020.

Inviato in

Inviato da Gianmauro Brondello il 15 febbraio, 2011 - 18:35

Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter