Guerrilla knitting: opposizione a maglia [video]

Il movimento anti nucleare adotta la morbidezza della lana contro la rigidità del cemento delle centrali. E' la nuova frontiera della protesta contro un ritorno all'energia dell'atomo particolarmente fertile in Germania, lavori a maglia che colorano gli spazi grigi delle città,  per ribadire "Energia nucleare. No grazie".
 
Sono due stundetesse tedesche anonime, Strick & Liesel, ad avere portato alla ribalta nazionale, in Germania, nel periodo tra il disastro all’impianto nucleare di Fukushima in Giappone e la decisione del governo di sancire in modo definitivo il rifiuto all’uso dell’energia nucleare entro il 2022.
 

Con una serie di performance a Düsseldorf e Duisburg, hanno intessuto un nuovo modo di unire l'arte, il knitting è una delle nuove tendenze della street art, con l'impegno civile. Il lavoro a maglia diventa in questo caso una forza creatriva con cui lanciare messaggi politici e sociali, sulla scia dei graffitari, originali e d'impatto. Colori vivaci che rivestono alberi, monumenti, pali cittadini, cabine telefoniche ed autobus per affermare un deciso no contro le centrali nucleari. Con il motto "Atomkraft. Nein Danke" (Energia nucleare. No grazie), l'intento era quello di "Fare arte. Ma [questo] non è l'unico senso. Non solo per abbellire la  città (...) Si tratta semplicemente di una dichiarazione politica ben confezionata", con i lavori a maglia, allestiti in luoghi cittadini strategicamente importanti, l'obbiettivo quello di colpire i passanti, l'opinione pubblica per manifestare il proprio disappunto all'utilizzo dell'energia nucleare.

Fonte: ARD, Future Concept Lab

<p>Oltre a informazioni <strong>su guerrilla knitting,</strong> su Effetto Terra, puoi trovare informazioni su strick und lieselsd, strick &amp; liesel, energia nucleare, centrali atomiche, no al nucleare, centrali nucleari, energia nucleare germania, movimenti anti nucleari germania e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>,<a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter