Le rose d'acciaio: "L'ILVA di Taranto al femminile"

 
Le rose d’acciaio è uno spettacolo-documentario che mira a ripercorrere, attraverso la proiezione di filmati, foto e altro materiale visivo, le tappe fondamentali del più grandi colosso siderurgico d’Europa, dalla sua nascita fino ai giorni nostri, focalizzando l’attenzione sulle donne e sulle loro problematiche, dando loro voce tramite dei monologhi messi in scena dall’attrice Roberta Natalini, per una visione ILVA tutta al femminile. Taranto e l’Ilva visti dagli occhi delle donne che di Taranto e dell’Ilva sanno tanto: operaie, madri, mogli, sorelle, fidanzate e figlie.
Lo spettacolo andrà in scena il 7, il 14, il 21 aprile nei teatri delle province di Lecce, Brindisi e Taranto. Per sostenere le spese gli ideatori hanno colto un innovativo metodo di raccolta fondi, si chiama crowd funding, un processo collaborativo che invita chiunque a partecipare al progetto versando una piccola quota attraverso la piattaforma "Produzioni dal basso": http://www.produzionidalbasso.com/pdb_1908.html. Ciascuno può così diventare co-autore del documentario e ricevere una copia del cd dove comparirà il proprio nome fra i titoli di coda.
 
Pagina Facebook
 
Fonte: greenreport.it, produzionidalbasso.com
 
 
<p>Oltre a informazioni su <em><strong>le rose d'acciaio, ilva taranto  </strong></em>su Effetto Terra puoi trovare informazioni su  ilva, documentario ilva taranto, donne ilva taranto ed iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter