Marea Nera: le reponsabilità della Bp

Ad un anno dal disastro ambientale nel Golfo del Messico viene reso noto il Rapporto federale di indagine che non lascia spazio a dubbi in merito alla responsabilità della Bp e della Transocean. Nel rapporto conclusivo, gli investigatori del Coast Guard and Bureau of Ocean Energy Management dicono che BP decise di aumentare i rischi e che Transocean interpretò in modo errato i risultati di un test.

Ora è scritto nero su bianco, secondo gli investigatori del Coast Guard and Bureau of Ocean Energy Management l'esplosione della piattaforma estrattiva Deepwater Horizon che causò la morte di 11 tenici e un disastro ambientale di portata storica nel Golfo del Messico, la causa maggiore dell’incidente è dovuta alla politica al risaprmio della Bp.

Nel Rapporto sono descritti ed elencati le decine di errori, malintesi e mancanze comunicazione che ha portato prima allo scoppio della piattaforma e poi alla fuoriuscita, in 87 giorni, di circa 5 milioni di barili di petrolio nel Golfo del Messico.

Quello che tutto il mondo sostiene oggi è stato quantificato dall'indagine voluta dalla commissione governativa istituita dal Presidente Obama, che indica i tutti i responsanbili del disastro, come le ditte fornitrici dei materiali, ma si concentra sulla Bp, che avrebbe dovuto vigilare e garantire su tutto.

Al contrario, l’indagine ha fatto emergere che la Bp premiava quei manager che gestivano al risparmio l'impianto, incentivandoli e di fatto impartendo dall'alto il modus operando che ha causato l'immane incidente.

fonte: Yahoo Finanza, Washington Post

 leggi anche:

 


Pubblicato in


Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.