A Milano “Fai il pieno d’olio”, nuova vita per l’olio di frittura

Fai il pieno d’olio, è il progetto della Regione Lombardia, rivolto ad un corretto smaltimento dell’olio alimentare. Un innovativo progetto per incrementare la raccolta differenziata e promuoverne il riutilizzo come biocarburante per gli automezzi che effettuano il servizio di raccolta rifiuti.
 
Il progetto di raccolta, raffinazione e riutilizzo dell’olio vegetale da utenza domestica, è stato firmato tra Regione Lombardia, Provincia di Milano, Provincia di Monza e Brianza, cinque Comuni della Martesana ed è promosso dalla Direzione generale Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Regione Lombardia, con un impegno finanziario di 70.000 euro.
Virginio Pedrazzi, dell’amministrazione CEM ambiente, ha detto: “Questo genere di esperienza era già stata avviata da diversi anni con circa 300 ristoranti e gastronomie del territorio raggiunto da CEM Ambiente. Ora la sperimentazione punta a farlo in modo puntuale, casa per casa. Credo che già a metà del prossimo anno potremo verificarne i benefici, anche se il nostro obiettivo è di passare dagli attuali 130 grammi all'anno di olio a un chilo per abitante”.
Il progetto, della durata di un anno, vedrà coinvolte 12 mila utenze per un totale di circa 34 mila abitanti. A ogni singola famiglia, dal gennaio 2014, verrà distribuita una tanica per la raccolta “separata” di olio derivante da frittura, sott’oli e condimenti, da consegnare alla piazzola ecologica del proprio comune. L’olio sarà quindi portato a un impianto di raffinazione e trasformato in biodisel da utilizzare per il funzionamento della flotta di mezzi della municipalizzata che localmente gestisce la raccolta degli “scarti”. Ufficialmente, si legge nel sito della Provincia, il programma partirà nel 2014 e sarà testato per un anno.
Ridurre la dispersione dell’olio vegetale utilizzato può contribuire in modo significativo a migliorare la qualità dell’ambiente – ha sottolineato l’assessore regionale all’Ambiente, Claudia Maria Terzi - Un litro d’olio mescolato ad un milione di litri d’acqua è infatti sufficiente ad alterarne il sapore e a superarne i limiti di potabilità”.
Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, e Ministero dell’Ambiente, nel territorio dello Stato vengono utilizzate ogni anno circa 1,4 milioni di tonnellate di oli vegetali, con un consumo medio procapite di 25 chilogrammi. Di questa quantità, circa il 20% viene riversato nell’ambiente. Calcolando che meno del 10% di questi rifiuti domestici vengono conferiti presso l’isola ecologica, risulta che ogni anno finiscono nel sistema fognario circa 160 mila tonnellate di olio pari a 2,67 chilogrammi procapite.
Per sapere di più del progetto www.riciclalolio.it
 
Fonte: riciclaolio.it; lastampa.it
 
 
<p>Oltre a informazioni su<strong><em> milano fai il pieno d'olio, raccolta rifiuti milano, olio domestico</em></strong><strong><em> </em></strong><strong><em></em></strong>su Effetto Terra puoi trovare informazioni su smaltimento rifiuti, e iscriverti a <a href="/archivio-newsletter">newsletter</a>, <a href="/directory">segnalare siti</a> e partecipare a <a href="/forum">forum</a>, nonchè visitare i <a href="/siti_consigliati.html">siti consigliati</a>, che trattano queste tematiche.</p>"

Pubblicato in


Mercato

Il mercato di EffettoTerra

Turismo Responsabile

SOSTIENI L'AMBIENTE

Sostieni Effetto Terra: dona il 5x1000 a Eta Beta

Incontri formativi scuole

Eta Beta propone incontri per imparare come cambiare i comportamenti di consumo e come migliorare ogni giorno l’ambiente in modo efficace, con piccoli gesti.

Contenuti più visti

EffettoTerra Newsletter

Iscriviti alla newsletter del portale

Archivio Newsletter